Bonaccini e Mihajlovic
Bonaccini e Mihajlovic

Bologna, 23 settembre 2020 – Hanno scelto uno strano modo per farsi i complimenti. Comincia Mihajlovic che, a proposito della decisione di riaprire gli stadi, dichiara: “Bonaccini ha coraggio, non sembra uno di sinistra”. Speculare la replica del presidente della Regione: “E' troppo simpatico Sinisa, non sembra neanche uno di destra”.

Che i due si stimino, lo si sapeva già. Un sentimento alimentato nei mesi della malattia dalle dichiarazioni di vicinanza del governatore al mister, ed evidentemente affatto scalfito dall'endorsement pro Borgonzoni in cui si è speso quest'ultimo sotto elezioni. Idee diverse, dunque, ma comune passione per il calcio.

“Il Bologna gioca veramente bene – dice Bonaccini davanti alle telecamere de 'L'Aria che tira', su La 7 -. E' un bravissimo allenatore, la squadra gioca aperta, non si chiude mai, ha giocatori che arrivano da tutto il mondo”. “Non sembra neanche uno di destra", conclude con una stoccata carica d'ironia.

Poi nel salotto di Myrta Merlino i temi diventano più seri. Si parla del congresso del Pd. Il Governatore non ci gira intorno: "Immaginare di chiuderci nelle nostre stanze e nei circoli a discutere del destino" del Partito democratico "invece che quello del Paese" è da matti e "saremmo da ricoverare". In ogni caso per Stefano Bonaccini quello emerso dalle elezioni regionali e dal referendum è "un risultato che rafforza il governo".