Elezioni europee 2019, il Parlamento di Strasburgo (Foto Afp)
Elezioni europee 2019, il Parlamento di Strasburgo (Foto Afp)

Bologna, 23 maggio 2019 - Conto alla rovescia per le elezioni europee 2019. Circa 400 milioni cittadini di 28 Paesi sono chiamati alle urne. In Italia si vota domenica 26 maggio, lo stesso giorno in cui in quasi 4mila comuni, tra cui numerosi in Emilia-Romagna, ci saranno le elezioni amministrative. Come si vota? Archiviati i sondaggi (venerdì 10 maggio era l’ultimo giorno per renderli pubblici), gli elettori possono ora concentrarsi su programmi, candidati e districarsi tra liste, circoscrizioni, documenti necessari. Con tanto di esempio della scheda elettorale.

Quando si vota? Orario e data delle elezioni europee

Le elezioni europee si terranno tra il 23 e il 26 maggio (a seconda della data scelta dal Paese). In Italia si voterà domenica 26 maggio dalle 7 alle 23 in tutti i seggi elettorali delle 5 circoscrizioni in cui è diviso il territorio italiano. Lo spoglio inizierà contemporaneamente in tutti i Paesi domenica 26 maggio alle 23.

Come si vota? Il fac simile della scheda elettorale

L’Italia è divisa in cinque circoscrizioni territoriali, ognuna contraddistinta da un colore diverso della scheda elettorale. L’Emilia Romagna fa parte della Circoscrizione del Nord-Est, che comprende anche il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia. La scheda elettorale sarà di colore marrone. Per le europee verrà dunque consegnata agli elettori una sola scheda. L’elettore dovrà tracciare, con la matita copiativa che gli verrà consegnata al seggio, un segno ‘X’ sul contrassegno della lista prescelta. Può inoltre (ma non è obbligatorio) esprimere da una a tre preferenze per i candidati della lista votata, scrivendo il nome e il cognome o solo il cognome nelle righe tracciate a fianco del contrassegno della lista votata. Attenzione, però, alla regola dell’alternanza di genere: non si possono votare tre candidati dello stesso sesso, almeno uno deve essere di genere diverso (ad esempio due uomini e una donna o due donne e un uomo). Stesso principio se si sceglie di esprimere due preferenze: devono essere per forza un uomo e una donna. Se non si rispetta l’alternanza di genere, la seconda e la terza preferenza vengono annullate.

Chi vota?

L’età per votare è 18 anni. In Emilia-Romagna sono circa 3,5 milioni gli elettori chiamati alle urne, in tutti i 328 comuni.

Documenti necessari

Come accade per ogni tornata elettorale, per votare alle europee 2019 bisogna presentarsi ai seggi con la propria tessera elettorale e un documento di riconoscimento (come la carta di identità o la patente). In caso di tessera elettorale smarrita, è necessario ottenere un duplicato, dopo aver effettuato la denuncia di smarrimento. In genere gli uffici comunali restano aperti tutta la giornata nei giorni a ridosso delle elezioni e anche nel giorno della votazione.

Dove si può votare? Italiani all’estero

Gli elettori in Italia devono votare nel seggio elettorale in cui sono iscritti. Gli italiani che risiedono negli altri Stati membri dell’Ue possono votare per l’elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, recandosi nelle sezioni elettorali appositamente istituite nei Paesi in cui risiedono. I cittadini italiani residenti in Paesi non Ue devono invece rientrare in Italia per votare.

Le liste e i candidati

Sono in tutto 17 le liste elettorali ammesse alle elezioni europee 2019. Entreranno all’Europarlamento quelle che supereranno la soglia di sbarramento del 4%. I candidati della circoscrizione elettorale nord-est (quella dell’Emilia Romagna), sono 220. Di questi aspiranti eurodeputati 114 sono uomini (51,8%, con età media di 50,6 anni) e 106 donne (48,2%, età media 48,5 anni). All’Italia spettano 73 + 3 seggi (3 deputati in più saranno assegnati quando il Regno Unito uscirà dall’Unione Europea), il Nord-Est elegge 15 eurodeputati.

Quiz Quanto ne sai di Europa?