L’ingegner Corrado Fanti, amministratore delegato di LB Technology
L’ingegner Corrado Fanti, amministratore delegato di LB Technology

LB Tecnology nasce nel 1973 a Fiorano, nel cuore del distretto ceramico sassolese. Punto di riferimento nella progettazione e realizzazione di impianti per il trattamento delle polveri nel settore ceramico ma non solo, LB è a capo di un gruppo composto anche dalle aziende Sitec e Sermat. Lospiega l’ad, ingegner Corrado Fanti.

Quali sono i vostri servizi di punta? "Siamo partiti lavorando solo per il settore ceramico. Con il tempo ci siamo diversificati, ponendo la nostra esperienza a vantaggio anche di altri settori: premiscelati per l’edilizia, fertilizzanti, settore minerario, pet food e settore del riciclo di rifiuti".

Partendo dalla materia prima…

"Il gruppo opera con una logica full service e realizza impianti per il trattamento delle materie prime in tutto il mondo, per diversi settori. Con un know-how tecnologico costruito in quasi 50 anni di attività, progetta e realizza sistemi innovativi di miscelazione, macinazione, granulazione, colorazione, caricamento pressa e riciclo, trasformando le materie prime attraverso processi efficienti e sostenibili".

Risposte ‘tailor made’: quanto è importante il cliente?

"È sempre al centro. Poniamo il nostro know-how al suo servizio, studiando le soluzioni più efficienti per ottenere il migliore risultato finale. I nostri pilastri per garantire una crescita sostenibile nel prossimo triennio: innovazione tecnologica, automazione, digitalizzazione, servizio al cliente e presidio dei mercati".

Crescita aziendale sostenibile?

"LB ha attivato un percorso strutturato per acquisire consapevolezza dell’impatto produttivo sull’ambiente: proprio, di fornitori e clienti. Attraverso alcuni passaggi volti all’analisi dell’impatto ambientale, come la quantificazione della Carbon Footprint, si attiveranno azioni virtuose per guidare la transizione dei processi aziendali verso un’economia a basse emissioni di carbonio e migliorare le prestazioni attraverso l’attivazione di un Sistema di gestione ambientale nel rispetto delle normative vigenti. Piccoli step per grandi obiettivi, come l’uso consapevole della plastica con lo scopo di limitarlo e il suo riciclo a 360°".

E l’attenzione al sociale?

"Al centro della mission di LB ci sono le persone, dipendenti e collaboratori fino a tutto l’indotto aziendale e alla comunità territoriale. L’attenzione a tutti gli stakeholder, e la condivisione di relazioni sostenibili nel tempo, porta alla creazione di valori condivisi. Con questa logica supportiamo iniziative in appoggio all’indotto locale e al territorio: tra queste, la partnership con Modena Volley e iniziative di raccolta fondi per Anffas (l’Associazione nazionale famiglie di persone con disabilità intellettiva eo relazionale) e per Associazione Modena Parkinson, per garantire una crescita sostenibile nel prossimo triennio".