Reggio Emilia, 6 marzo 2017 - Altra brutta battuta d’arresto per la Grissin Bon che si arrende alla penultima della classe, Cantù, mettendo in mostra intensità e aggressività solo per brevi tratti, subendo invece per larga parte della gara l’agonismo avversario. In casa reggiana si salvano solo i generosissimi Polonara e Della Valle, ma questo non può bastare per espugnare il PalaDesio. Quintetto inedito per Reggio che parte con Kaukenas e Williams al posto di Aradori e Polonara. Avvio di gara a corrente alternata per entrambe le squadre, ciò produce un sostanziale equilibrio: 12-12 al 6’. Il trend non muta sino al termine della frazione che si chiude sul 26-24 per i brianzoli grazie al canestro a fil di sirena dell’ex Parrillo.

Il secondo quarto vede i biancorossi alzare l’intensità in difesa e questo si traduce in un piccolo allungo (30-36) al 4’. Il solco si allarga poi sino al +11 (32-43) sull’asse Kaukenas-Polonara. La truppa del neocoach Carlo Recalcati non ha però intenzione di mollare e in breve sospinta dalla “verve” di Johnson si riporta sotto (40-44) all’ 8’. Per poi mettere la freccia con una “bomba” di Cournooh negli ultimi secondi, prima che un fortunoso canestro di Williams non mandi tutti al riposo sul +1 per la Grissin Bon.

Al ritorno dall’intervallo lungo le due compagini continuano ad equivalersi fino a quando al 6’, sull’onda di uno scatenato Cournooh, i brianzoli riprendono in mano l’inerzia della gara e si prendono 10 lunghezze di margine: 68-58, con la Pallacanestro Reggiana in evidente calo di intensità. Un’ulteriore spallata, che porta il break a favore dei canturini sul 14-0, permette a Pilepic e compagni di toccare il +13 (71-58). La rottura prolungata della squadra di Menetti prosegue anche in avvio di ultimo periodo, la Mia viaggia sul velluto mentre la Grissin Bon, a parte qualche canestro di orgoglio di Polonara e Della Valle, è totalmente alle corde. Così a metà frazione i biancoblu sono ancora a +10 e con il pallino della contesa saldamente in mano.

I tentativi di rimonta reggiana sono sostanzialmente velleitari e Cantù conduce in porto agevolmente una meritata vittoria.

MIA CANTU’: Ballabio, Acker 11, Cournooh 22, Parrillo 7, Pilepic 9, Calathes 2, Callahan 7, Dowdell 7, Johnson 28, Quaglia 5. N.e.: Baparapè e Darden. All.: Recalcati

GRISSIN BON: Aradori 9, Neehdam 5 , Polonara 20, Reynolds 4, Della Valle 21, De Nicolao 6, Kaukenas 8, Cervi 6, Williams 4. N.e.: Strautins. All.: Menetti

Arbitri: Roberto Begnis, Luca Weidmann, Valerio Grigioni

Parziali: 26-24, 47-48

Note: Tiri da 3: Cantù 14/25, Reggio Emilia 9/21; tiri liberi: Mia 18/23, Grissin Bon 14/18.