Empoli Reggiana 0-0 (foto Germogli)
Empoli Reggiana 0-0 (foto Germogli)

Empoli, 22 dicembre 2020 - Dopo due sconfitte, la Reggiana torna a muovere la classifica e lo fa sul campo di quella che alla vigilia era la capolista della serie B: sicuramente un punto positivo. Ad Empoli abbiamo visto una partita tattica, qualcuno direbbe un match giocato a scacchi. Ottima l’applicazione difensiva della Regia, che nel primo tempo però non ha praticamente mai superato la metà campo, anche se va detto che l’Empoli non è riuscito mai a rendersi pericoloso. Nella ripresa i toscani restano in dieci uomini, ma gli equilibri non cambiano più di tanto ed esce uno 0-0 giustissimo. La classifica dice 15 punti, +2 sulla zona playout, e va sempre ricordata la gara in meno dei granata.

Per qualche tifoso magari poco informato, i primi minuti sono serviti per capire che la Reggiana è in bianco e l’Empoli praticamente in granata: per i toscani il 2020 è l’anno del centenario, e quella divisa è una delle iniziative per festeggiarlo. Il primo tempo è semplice da raccontare a chi non ha visto la gara: possesso palla totalmente dell’Empoli, e Reggiana fissa nella propria metà campo a difendere. Con ordine, va detto: infatti non si registrano praticamente pericoli per Cerofolini, in quanto i vari Nikolaou, Stulac, Olivieri e Moreo riescono a calciare solo da posizioni defilate, in maniera forzata o comunque da fuori area. L’unica palla gol arriva al 39’, quando Moreo si inserisce in area sulla destra, e un suo cross deviato da Costa diventa pericoloso per Cerofolini: reattivo il portiere scuola Fiorentina. Per carità: era la capolista, si giocava in trasferta, la barra delle energie al momento non è certamente piena, però la Regia, fino all’intervallo, non è riuscita a ripartire praticamente mai in contropiede, a fronte di praticamente zero rischi concreti corsi.

La ripresa ha un avvio un po’ più vivace, dove l’Empoli non impone subito il possesso palla del primo tempo. Andiamo veloci a quella che può essere un’inaspettata svolta del match: al 55’ Kargbo lavora bene una palla, si gira su Romagnoli andando verso la porta, ma il difensore locale usa troppo le mani e spende un giallo, che però è il secondo della gara. L’Empoli è costretto così a giocare più di mezz’ora in dieci uomini. Dionisi toglie una punta, Olivieri, per sistemare la difesa, e come se non bastasse dalla punizione arriva la prima occasione della gara della Reggiana: Radrezza apre per Libutti, cross verso l’area e Varone gira bene di testa, ma la palla esce di poco.

Qualcosa nella storia della partita cambia: insomma, per farla semplice, da ora c’è molto più equilibrio e le squadre si alternano nel provare a pungere. Provare, però: se qualcuno si aspettava gol o parate prodigiose, si sarà sicuramente annoiato. Alvini mettendo Pezzella, Cambiaghi e Zamparo fa capire che vuole provarci eccome. L’Empoli però non si scompone, e se la mole offensiva non è più la stessa (non mancano le ripartenze, ma niente di che), d’altro canto c’è grande attenzione nel contenere le trame di gioco di Muratore e compagni, che comunque restano sporadiche e poco incisive. Insomma, arriviamo al 93’ e non si può che constatare una cosa: è uno 0-0 più che giusto.

 

Tabellino

Empoli-Reggiana 0-0

Empoli (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Romagnoli, Nikolaou, Parisi; Haas, Stulac, Ricci;  Moreo (41’st Bajrami); Mancuso (41’st La Mantia), Olivieri (13’st Casale). A disp.: Pratelli, Furlan, Viti, Pirrello, Cambiaso, Zurkowski, Damiani, Asllani, Baldanzi. All.: Dionisi
 

Reggiana (3-4-1-2): Cerofolini; Gyamfi, Ajeti, Costa; Libutti (35’st Kirwan), Varone, Muratore (29’st Pezzella), Zampano (29’st Cambiaghi); Radrezza; Kargbo (42’st Voltan), Mazzocchi (29’st Zamparo). A disp.: Voltolini, Venturi, Martinelli, Germoni, Gatti, Marchi. All.: Alvini

Arbitro: Sozza di Seregno (Rossi di Novara e Della Croce di Rimini; quarto uomo Massimi di Termoli)

Note: ammoniti Zampano, Muratore, Pezzella. Espulso al 10’st Romagnoli (E) per doppia ammonizione. Angoli: 9-2. Recuperi: 1’ e 3’. Partita giocata a porte chiuse.