Alcune volte, la speranza è davvero l’ultima a morire: una 23enne di Modena, un anno e mezzo dopo il furto, giovedì ha ritrovato la sua bicicletta in centro storico a Reggio, grazie alla videosorveglianza e al lavoro della polizia locale. Gli agenti infatti avevano notato movimenti sospetti nelle rastrelliere di via Giorgione, e riguardando i filmati, hanno scoperto un ragazzo (che i vigili stanno ancora cercando) che dopo essersi impossessato della bici tentava di rivenderla a un cittadino. Il compratore, un 55enne, è stato identificato dagli agenti e, una volta rintracciato, è stato denunciato per ricettazione. La ragazza, legittima proprietaria, e’ stata ritrovata grazie alla collaborazione della Federazione italiana ambiente e bicicletta (Fiab) e all’iscrizione del mezzo nel registro italiano bici.

Da sinistra l’assistente Annamaria Ramundo, la proprietaria Chiara Pezzini e l’assistente scelto Patrizia Squaglia