Castellarano (Reggio Emilia), 31 maggio 2020 – Una lite in un bar di Sassuolo, poi i protagonisti che si ritrovano a Tressano di Castellarano, in una zona oltretutto in cui sono attive telecamere di videosorveglianza, oltre che cittadini (video) che non girano dall’altra parte di fronte a situazioni sospette.

Aggiornamento Indagini sui motivi dell'aggressione

Proprio le immagini video hanno messo i carabinieri sul una pista ben precisa per individuare gli autori di un pestaggio che poteva avere conseguenze molto gravi, perfino drammatiche. Ad avere la peggio un quarantenne di Prignano sulla Secchia, aggredito e picchiato selvaggiamente verso le 21,30 di ieri sera a Castellarano. Dopo la lite a Sassuolo, l’uomo è stato raggiunto a Tressano. E’ stato fatto scendere dall’auto e aggredito furiosamente.

Alcuni testimoni hanno dato l’allarme alle forze dell’ordine, ma gli aggressori sono scappati proprio mentre sul posto arrivavano i carabinieri. Grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza e a quelle registrate dai testimoni si spera di poter risalire al più presto agli aggressori. Il ferito è stato portato in ospedale per medicare traumi guaribili in almeno un mese. Non si esclude un “regolamento” di conti alla base del violento diverbio.  

"Ieri sera alcuni farabutti sono venuti a Castellarano per inscenare la loro personale e vergognosa sceneggiata. Scena per altro ripresa anche da un cittadino dalla propria abitazione. Bravi, bell'idea: avete decisamente sbagliato Comune. Proprio grazie alle indagini, al lavoro in corso delle Forze dell'Ordine, alle preziose immagini private unite a quelle dei numerosi dispositivi che abbiamo installato in tutto il territorio, ho più che fondati motivi di dirvi (con estremo piacere) che credo li rivedremo presto. Dove meritano di stare", è l'aspro commento del sindaco di Castellarano, Giorgio Zanni.

L'aggressione potrebbe essere legato a una ritorsione nata in seguito a una lite per futili motivi avvenuta in precedenza in un bar di Sassuolo, nel Modenese, distante poco più di dieci chilometri da Castellarano. Al vaglio dei militari il video ripreso da un testimone che documenta il pestaggio e che in poche ore è finito sui social diventando virale. La vicenda si è verificata poco dopo le 21.30 di ieri quando la vittima, alla guida della sua auto in località Tressano di Castellarano, è stata raggiunta da altre autovetture, che probabilmente lo seguivano fin da Sassuolo. Una volta bloccato, il 40enne è stato fatto scendere dalla macchina e quindi pestato con calci e pugni. Gli aggressori, ricercati dai carabinieri, si sono dileguati prima dell'arrivo dei militari.