I carabinieri sul posto a Lentigione
I carabinieri sul posto a Lentigione

Brescello (Reggio Emilia), 16 maggio 2019 - Una lite per futili motivi che poteva trasformarsi in tragedia, ieri sera a Lentigione di Brescello. E’ accaduto verso le 19. Negli alloggi di una palazzina di via Chiesa – accanto a un noto emporio del paese ma in spazi esterni all’attività commerciale – è scoppiato un diverbio tra due uomini.

Motivi banali, pare legati alla consegna di chiavi per utilizzare un automezzo. Dalle parole si è passati ai fatti.  E’ spuntato un coltello con cui uno dei litiganti ha colpito un cittadino originario del Burkina Faso, raggiunto tra la spalla e il collo. Il trambusto ha attirato l’attenzione di altri residenti nella palazzina, gli stessi che hanno cercato di placare gli animi e che hanno mobilitato i soccorsi, con l’arrivo sul posto dell’ambulanza della Croce azzurra e del personale dell’automedica di Guastalla. Il tempo di effettuare le prime medicazioni e poi l’ambulanza – con medico e infermiere al seguito – si è diretta d’urgenza all’ospedale Maggiore di Parma per completare accertamenti e medicazioni. L’uomo colpito, pur se con una ferita apparsa piuttosto grave, risulta essere rimasto sempre cosciente durante le fasi del soccorso. 

Sul posto, a Lentigione, poco distante dalla stazione ferroviaria, sono arrivati in fretta anche i carabinieri, con le pattuglie della caserma brescellese e i colleghi di Luzzara. E’ stato subito identificato il presunto autore del ferimento. 

Dopo la partenza di ambulanza e automedica dal cortile di via Chiesa, l’uomo si è seduto nel cortile interno tra la palazzina e l’emporio. I militari dell’Arma lo hanno subito ascoltato. Così come sono stati sentiti altri testimoni, in quanto subito non risultava chiaro se a ferire lo straniero fosse stato lui o un’altra persona. 

I carabinieri hanno effettuato un accurato sopralluogo sul posto in cui è maturato il litigio tra i due uomini, pare all’esterno della palazzina. Il presunto feritore è stato portato in caserma, dove fino a tarda sera sono proseguiti gli accertamenti per cercare di ricostruire la dinamica dei fatti. Da questa ricostruzione dipende infatti l’accusa: lesioni personali aggravate oppure il tentato omicidio. 
Una situazione che dipende pure dalle notizie sulle condizioni del ferito provenienti dal Maggiore di Parma. Di recente, sempre per liti per futili motivi, si erano avuti accoltellamenti anche al centro Kaleidos di Poviglio e in una struttura di accoglienza per migranti in centro a Correggio.