Andrea Benatti e Antonella Barbieri
Andrea Benatti e Antonella Barbieri

Luzzara (Reggio Emilia), 16 dicembre 2017 - Ieri è stato conferito l’incarico per l’autopsia sui corpi della piccola Kim, due anni, e del fratello maggiore Lorenzo Zeus, di cinque anni, vittima di un tremendo duplice delitto per il quale è accusata la madre, la 39enne Antonella Barbieri, reggiolese, ma dal 2011 residente nel Mantovano: prima a Viadana e poi a Suzzara.

LUZZARAFOTO_27335384_195434

Oltre alla donna, accusata del folle gesto messo in atto nove giorni fa tra l’abitazione di Stradello Opi di Suzzara e la golena del Po di Luzzara, la magistratura mantovana – che ha riunito a sé l’indagine – ha iscritto il nome del marito, Andrea Benatti, nel registro degli indagati. Una scelta prevedibile, in considerazione che le indagini spaziano non solo sull’aspetto tecnico del duplice omicidio (la bimba soffocata e il fratellino ferito a morte con un coltello) ma anche sulla sorveglianza medico-assistenziale rivolta ai bambini e soprattutto alla madre, le cui condizioni mentali, negli ultimi tempi, non sembravano del tutto normali, come dimostrano ricoveri e cure a cui la donna era stata sottoposta anche in tempi recenti.

image

Non si esclude che nel registro degli indagati possano finire anche operatori del settore psichiatrico e sanitario che hanno avuto in cura Antonella Barbieri. E’ ben chiara l’intenzione di valutare se l’operato di medici e familiari possa essersi «macchiato» di qualche carenza che avrebbe poi favorito il duplice figlicidio. Intanto, ieri mattina, è stata eseguita la doppia autopsia, tra l’ospedale di Mantova e la Medicina legale di Modena. Ora si attende il nulla osta per i funerali, che dovrebbero svolgersi a Viadana.