Polpette (foto di repertorio)
Polpette (foto di repertorio)

Reggio Emilia, 16 settembre 2021 – Ha scoperto nel giardino di casa una polpetta imbottita di spille da balia che, se ingerita, avrebbe certamente causato la morte del suo cane. Allarmata per l'accaduto, la donna ha subito chiamato i carabinieri della stazione di Montecchio Emilia che hanno avviato le indagini risalendo, grazie e soprattutto ai filmati di una telecamera, alla responsabile identificata nella vicina.

Per questi motivi, con le accuse di maltrattamenti di animali e getto pericoloso di cose, i carabinieri della stazione di Montecchio Emilia hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia la responsabile del grave episodio, identificata in una 80enne reggiana vicina di casa della vittima.

Secondo i militari, l'anziana potrebbe aver agito per una certa avversione che nutre verso i cani essendo già stata denunciata nel 2016 per un analoga condotta commessa nei confronti di altro vicino.

E' stata la proprietaria del cane a rivolgersi nelle scorse settimane carabinieri di Montecchio Emilia dopo che sua figlia aveva notato, nel cortile a ridosso della siepe e del cancelletto adiacente l'area pedonale, una polpetta di carne che recuperata risultata imbottita con varie spille da balia conficcate.

Nella circostanza, è stato consegnato ai carabinieri un file contenente un video che ritraeva la presunta responsabile della preparazione della polpetta. Dall'analisi del filmato, i carabinieri di Montecchio Emilia hanno catalizzato le attenzioni nei confronti dell'ottantenne vicina di casa della vittima a carico della quale, con precedenti di polizia specifici, sono stati acquisiti incontrovertibili elementi di responsabilità a seguito dei quali l'80enne è stata denunciata alla Procura reggiana.