Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 dic 2019

Cibo e salute, i consigli del medico

La dottoressa Grendene di Villa Verde, esperta in medicina estetica. "Attenti al cibo delle Feste, non va usato come riempitivo di vuoti esistenziali"

20 dic 2019
stella bonfrisco
Dottoressa Silvia Grendene, esperta in nutrizione, medicina estetica e benessere
Silvia Grendene, esperta in nutrizione, medicina estetica e benessere
Dottoressa Silvia Grendene, esperta in nutrizione, medicina estetica e benessere
Silvia Grendene, esperta in nutrizione, medicina estetica e benessere

Reggio Emilia, 21 dicembre 2019 -  A una manciata di giorni da Natale e Capodanno, quando le nostre tavole si apparecchiano di leccornie a cui è difficile rinunciare, la rubrica ‘Carlino Salute’ intende dare qualche consiglio ai suoi lettori, per godere della convivialità in modo sano.
A dare qualche utile indicazione è la dottoressa Silvia Grendene, esperta in nutrizione, medicina estetica e benessere, che presta servizio a Villa Verde.
Dottoressa Grendene, quali suggerimenti per trascorrere le festività natalizie senza troppe rinunce, evitando di mettere a rischio la salute?
"Suggerisco di porre attenzione, anche nei giorni di festa, ad una corretta alimentazione, in termini di qualità e quantità, e a un sano stile di vita".
Per quanto riguarda l’alimentazione, cosa suggerisce?
"Consiglio di avvicinarsi ai banchetti delle feste con saggezza ed equilibrio, rispettando sé stessi, la propria salute e il cibo. Ricordo sempre ai miei pazienti che la salute è un bene di cui prendersi cura quotidianamente. Si deve imparare a godere con tutti i sensi dell’esperienza del cibo per avere con esso un rapporto più autentico e sano, per non usarlo come riempitivo di vuoti esistenziali. È importante, anche durante le feste, praticare esercizio fisico. Anche questo darà il suo contributo nel bruciare calorie e nel farci trovare serenità. Tornado al cibo, è possibile salvaguardare sia la linea che la tradizione rendendo, da un lato, più leggeri i piatti e, dall’altro, controllando l’indice calorico degli alimenti. Gli eccessi maggiori durante le festività riguardano il consumo di olio, superalcolici e vino, salse, frutta secca, salumi e dolci della tradizione".
Qualche consiglio ai fornelli?
"Per una cucina più leggera consiglio di evitare i soffritti e sfumare il cibo con il vino; limitare l’uso del sale ed arricchire di sapore le pietanze con le spezie; preferire le cotture al vapore, al forno o alla piastra per limitare i condimenti ed evitare di accompagnare i piatti con le salse, bere abbondante acqua, evitare bibite zuccherate e superalcolici, limitare il consumo di vino e pane".
Impossibile non fare strappi alle regole nei giorni di festa...
"Festeggiare è sacrosanto, ma occorre ricordare che i giorni di festa veri e propri sono solo Vigilia, Natale, Capodanno ed Epifania; evitiamo di tenere in casa leccornie oltre questi quattro giorni. Inoltre, nessun cibo è vietato, ma ci si deve avvicinare con misura tenendo conto del proprio stato di salute".
È ragionevole iniziare una dieta nel periodo natalizio?
"Imparare uno stile di vita sano, adottabile in ogni occasione, è importante. Ritengo che ogni momento dell’anno sia quello giusto per iniziare. Stare a dieta non significa rinunciare, ma guadagnare in salute".
 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?