Sigep, una delle passate edizioni (foto Petrangeli)
Sigep, una delle passate edizioni (foto Petrangeli)

Rimini, 13 gennaio 2019 - Decine di migliaia di persone nei prossimi giorni saliranno sull’aereo per arrivare a Rimini. Al Sigep, il salone dolciario internazionale che apre le proprie porte in Fiera a Rimini sabato, giungeranno operatori da 180 Paesi del mondo. L’obiettivo è bissare se non migliorare i risultati dello scorso anno che hanno confermato ancora una volta come il Sigep sia un evento di carattere mondiale. Nel 2018 furono 32mila i visitatori e addetti ai lavori provenienti dall’estero. Stime che dovrebbero essere confermate. Sarà il ministro Gian Marco Centinaio a inaugurare, sabato 19 gennaio alle 11, la 40a edizione.

Sono solo una parte della folla che si appresta a occupare i padiglioni della Fiera. Un anno fa furono poco più di 209mila, duemila più dell’anno precedente. Impressionante sarà ancora una volta il colpo d’occhio sugli stand allestiti, ben 1.250 su 129mila metri quadrati di superficie disponibile. Tutto questo sarà solo il punto di partenza per un dolce viaggio nel gusto.

Lunghissima la lista di chef e pastry chef stellati e famosi che si alterneranno in show cooking e lezioni nei cinque giorni del Sigep. Il numero complessivo sfiora il centinaio. Tra questi sono attesi Alessandro Borghese, Roberto Rinaldini, che gioca in casa, e Sonia Balacchi, colei che nel 2012 ha vinto il Pastry Queen.

La ricaduta economica sul territorio è garantita, con centinaia di hotel sulla costa che sono pronti ad accogliere i visitatori. Ma il Sigep è soprattutto il luogo dove si fanno affari e le aziende guardano al mercato globale. E c’è un mercato in particolare che quest’anno viene visto come terreno fertile dalle aziende dolciarie: la Germania. Going global sarà un convegno che fornirà informazioni sul crescente mercato tedesco del gelato. Appuntamento il 21 gennaio alle 14,30 in sala Neri.

Per mostrare come si sta sviluppando il mercato tedesco verranno portate esperienze di tre attività, tra queste ci sarà anche La romana che oltre ai 33 punti vendita in Italia ha aperto altri sette locali all’estero, tra Spagna, Austria e appunto Germania. Proprio in Germania, a Dusseldorf, c’è il punto vendita e l’azienda sta cercando partner per espandersi. 

SIGEP_28316325_182643

La novità: i campioni della torrefazione del caffè

Oltre 20 Paesi hanno aderito al Sigep 2019, dove per la prima volta arriverà il World Coffee Roasting Championship, competizione mondiale che premia l’eccellenza nella torrefazione del caffè. Il Salone internazionale del dolciario artigianale, a firma Ieg, accoglierà i migliori professionisti internazionali di un settore che si stima abbia una produzione mondiale 2017-2018 di 159,66 milioni di sacchi di caffè verde (9,58 milioni di tonnellate). In Italia (dati Fipe) il 97% delle persone adulte consuma ogni giorno caffè e nei 149mila bar si preparano quotidianamente 175 tazzine in media al giorno.

Come arrivare, treni e navette

Più e tante navette per la Fiera. Il Sigep, si sa, è la manifestazione che, ogni anno, mette più in crisi la viabilità riminese per l’altissima affluenza di visitatori. Anche quest’anno il gruppo Ieg ha predisposto un piano eccezionale di trasporti, per ridurre i disagi. A partire dai treni: saranno 20 le fermate dei Frecciabianca e 112 quelli dei regionali nella stazione della Fiera durante il Sigep. Confermato il treno speciale che collegherà la Fiera con le stazioni di Santarcangelo e Cattolica (con fermate anche a Misano e Riccione), con 30 collegamenti, 10 in più dello scorso anno. Per quanto riguarda gli altri trasporti, sono state potenziate le linee bus 5 (da Torre Pedrera) e 10 (da Miramare) e le navette dagli hotel alla Fiera: saranno in totale 247. Ci saranno inoltre i bus dagli aeroporti di Bologna, Ancona e Orio al Serio. Per chi si muove in macchina sarà il solito calvario, specialmente a Viserba.