Mark Knopfler
Mark Knopfler

Cattolica (Rimini), 17 luglio 2019 - In un'estate così pop per la Romagna, lui porterà la storia del rock. Quella che hanno fatto canzoni come Money for nothing e Sultans of swing. Quella che ha fatto lui, Mark Knopfler, prima con i Dire Straits e poi da solista. La leggenda vivente del rock torna domani in Romagna per presentare dal vivo il suo nuovo album, Down the road Wherever, uscito a novembre, e i suoi grandi classici. Questa volta l’appuntamento sarà all’Arena della Regina di Cattolica, dove arriveranno fan da tutta Italia per una delle ultime date di Knopfler nel Belpaese. Non a caso, i biglietti sono già esauriti da mesi: non c’è più un solo posto libero nell’arena, e domani sera saranno più di 5mila a cantare con lui.

Per Knopfler si tratta della seconda volta in Romagna. A ottobre era stato accolto e celebrato con tutti gli onori a Cesena, dove era stato l’ospite d’eccezione per il festival ‘Imaginaction’. Proprio in quell’occasione aveva presentato in anticipo, ai fan accorsi a teatro, il disco Down the road Wherever, che sarebbe uscito di lì a poco. Una serata speciale, fatta di musica e di racconti. «Avrò almeno 200 chitarre a casa, ma ne avrò suonate solo 3 o 4 in tutta la mia vita – rivelò Knopfler, scherzando con il pubblico – Non è colpa mia, il fatto è che me le regalano... E la storia è buffa, perché da bambino potevo permettermi soltanto una chitarra mentre ne avrei volute tante».

A Cesena l’ex leader dei Dire Straits si affidò a storie e aneddoti, per ripercorrere la sua straordinaria carriera. Fatta di oltre 120 milioni di dischi venduti, di brani che sono diventati una leggenda. Domani sera invece Cattolica Knopfler farà parlare... gli strumenti, con un concerto che si annuncia già come uno degli eventi musicali estivi della Romagna. Con lui sul palco una super band formata di dieci elementi, la maggior parte dei quali lo affianca da oltre vent’anni. Ci saranno Guy Fletcher (alle tastiere), Richard Bennett (chitarra), Jim Cox (piano), Mike McGoldrick (flauto), John McCusker (violino e cittern), Glenn Worf (basso), Danny Cummings (percussioni) e Ian Thomas (batteria). I nuovi elementi che si sono aggiunti per questo tour, partito alla fine di aprile da Barcellona, sono invece Graeme Blebins (sax) e Tom Walsh (tromba). Tante le tappe della tournée mondiale che ha segnato il suo ritorno sulle scene. Perché Knopfler, alla soglia dei 70 anni, ha ancora tanta voglia di salire sul palco. «Le mie canzoni sono fatte per essere eseguite live. Amo tutto il processo: scriverle da solo, registrarle insieme alla band... Ma alla fine la parte migliore sta sempre nel suonarle dal vivo davanti a un pubblico». Per sua e, soprattutto, per nostra fortuna.