FRANCESCO ZUPPIROLI
Cronaca

Gli stacca l’orecchio a morsi per il no alla sigaretta, poi tenta la fuga

Accesa discussione, poi grave aggressione all’ospedale di Rimini. La vittima era in attesa di un intervento, quando è stato avvicinato da un 27enne rumeno

Grave aggressione all'ospedale di Rimini nei confronti di un uomo, a cui è stato staccato parte dell'orecchio per non aver acconsentito a dare una sigaretta

Grave aggressione all'ospedale di Rimini nei confronti di un uomo, a cui è stato staccato parte dell'orecchio per non aver acconsentito a dare una sigaretta

Rimini, 15 giugno 2024 - È successo tutto per una sigaretta. Per un motivo stupido, che alle 17 di venerdì ha portato ad un'accesa discussione e poi all'aggressione con tanto di orecchio staccato tra un rumeno di 27 anni e il proprio rivale. Come Iron Mike sul ring, secondo le ricostruzioni la furia del 27enne si sarebbe scatenata appunto mentre si trovava all'ospedale di Rimini dove l'uomo si trovava in attesa. Proprio nel nosocomio infatti l'Evander Holyfield di questa storia (la vittima dell'aggressione a cui è stato staccato l'orecchio) si trovava, a suo dire, in attesa di un intervento quando, mentre si stava recando al bar per prendere un caffè, è stato avvicinato dal 27enne per ottenere una sigaretta. E' stato quindi al diniego dell'uomo che il 27enne avrebbe dato in escandescenze cominciando ad aggredirlo con pugni, testate e persino appunto azzannando con i denti l'orecchio del malcapitato, al punto da riuscire a staccargli parte del padiglione auricolare.

A lanciare l'allarme sono state le guardie giurate in servizio all'ospedale, che hanno immediatamente allertato la polizia corsa sul posto con un equipaggio delle Volanti, che al momento dell'arrivo hanno trovato la vittima dell'aggressione sanguinante all'esterno della struttura. All'arrivo degli agenti, il 27enne avrebbe tentato la fuga, prima di venire immediatamente bloccato da una nuova volante sopraggiunta e trasferito in questura su disposizione dell'autorità giudiziaria. Il 27enne è stato dunque arrestato per l'accusa di deformazione dell'aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso e si trova ora in carcere in attesa dell'udienza di convalida.