Santarcangelo, 17 ottobre 2019 - Un colosso di quasi 8mila metri quadrati, più altri 10mila di spazi esterni (foto). Uno stabilimento che dà lavoro già a 120 dipendenti, tra impiegati, magazzinieri e autisti (solo questi sono un centinaio). Sono i numeri della sede Amazon di Santarcangelo che ha inaugurato a settembre.

E' il primo centro di smistamento realizzato dal gigante dell'ecommerce in Romagna. Aperto in tempi record: un anno fa la richiesta di permesso di costruire al Comune, a febbraio il via libera e a marzo i lavori erano già partiti. Si sono conclusi ad agosto, e il 5 settembre Amazon ha cominciato a fare le sue prime consegne dallo stabilimento di Santarcangelo.

false

"I primi pacchi che abbiamo consegnato sono stati i formizon (giocattoli per bambini) per una famiglia, e un libro di chimica per uno studente", spiega Sergio Panico (video), responsabile di Amazon per il centro-sud Italia. Da allora sono passati decine di migliaia di pacchi dalla nuova sede di via Tosi, realizzata con le più moderne tecnologie di sicurezza, comfort e risparmio energetico. Il tetto, tanto per fare un esempio, è provvisto di pannelli fotovoltaici capaci di produrre l'energia sufficiente per 65 appartamenti. All'interno di Amazon lavorano 120 persone tra dipendenti diretti e autisti, "ma il numero - dice Panico - è destinato ad aumentare".

I magazzinieri lavorano solo dalle 2 di notte alle 10 del mattino, per preparare i pacchi che i corrieri consegnano poi ai clienti. Centinaia le aziende del Riminese che si servono di Amazon per recapitare i loro prodotti. "L'auspicio - dice il sindaco di Santarcangelo Alice Parma - è che ci sia la massima collaborazione tra Amazon e il territorio, e che l'arrivo di questo nuovo polo logistico all'avanguardia sia di esempio per altre imprese che presto si svilupperanno con nuove sedi a Santarcangelo.