Rimini, 8 dicembre 2020 – E' morta soffocata. Una donna di 37 anni, Arianna Tetta, è rimasta vittima di un incendio (foto) scoppiato intorno all'una di notte al residence Il Capodoglio (video) di via Nicolini. I vigili del fuoco sono arrivati sul posto verso l'1.10 con tre automezzi, un'autoscala e 17 uomini. 

Leggi anche Chi è la vittima

Le fiamme si sono propagate al secondo piano coinvolgendo anche i piani superiori. La donna, che viveva da sola, aveva provato a rifugiarsi in bagno. E' possibile che a innescare il rogo sia stata una sigaretta.

La vittima era arrivata dalla provincia di Potenza, da Melfi, per lavorare come dipendente Ata nelle scuole di Rimini. I soccorritori l'hanno trovata rannicchiata nella doccia, priva di sensi. A nulla sono valsi i tentativi di rianimarla, era già morta per aver respirato troppo fumo.

Gli occupanti delle camere immediatamente sopra si sono salvati solo uscendo sul balcone. Si tratta di due uomini, un bolognese di 46 anni e un 31enne di Macerata. Entrambi soccorsi dai vigili del fuoco con l'auto scala e trasportati in ospedale dal 118 dove hanno passato la notte.

Appena scattato l'allarme, i primi ad arrivare sul posto sono stati gli agenti della polizia di Stato e il proprietario dello stabile che hanno evacuato sei persone dai piani interessati dal fumo. Sono stati però i vigili del fuoco a trovare il corpo della vittima e a trarre in salvo di due uomini al terzo piano. Secondo le schede di presenze al momento dell'incendio erano 12 le persone ospitate nel residence: 9 presenti e tre fuori dallo stabile.

false