E’ stato picchiato a sangue dal senzatetto che aveva cercato di allontanare dall’ospedale. Se l’è vista davvero brutta un paio di giorni fa la guardia giurata che è stata aggredita e ferita dopo aver tentato di mandare via dalla zona adiacente a Dermatologia un quarantatreenne di origine russa. Alla fine il vigilantes si è ritrovato con una frattura alla mano e una prognosi di venticinque giorni. Erano circa le 22 di un paio di sere quando la guardia giurata, durante il suo consueto giro, si è imbattuto in un uomo che stava ricaricando il suo cellulare. Prima gli ha domandato se stesse aspettando qualcuno, poi quando gli ha risposto di no, ha cercato di spiegargli che non poteva restare lì. "Questo è un ospedale Covid", ha tentato di spiegargli, ma il russo, per tutta risposta, ha iniziato prima a insultarlo, poi l’ha colpito con un cestino della spazzatura. Tra i due è nata una colluttazione e il senza tetto si è poi allontanato di corsa. Il vigilantes ha sporto denuncia alla Polizia contro l’uomo per lesioni personale resistenza a incaricato di pubblico servizio.