La Polizia ha arrestato un 48enne di origine albanese che aveva minacciato di morte moglie e figli
La Polizia ha arrestato un 48enne di origine albanese che aveva minacciato di morte moglie e figli

Rimini, 10 febbraio 2019 - Ha trascorso la serata fuori, a bere. Poi, una volta rientrato a casa, completamente ubriaco, ha minacciato di morte la moglie e i figli. Ma la segnalazione, arrivata al 112, ha salvato la donna e i bambini e ha portato l’uomo in carcere. Un 48enne di origine albanese, infatti, è stato arrestato dalla Polizia per resistenza. È successo la scorsa notte a Rimini. I poliziotti hanno subito notato una donna uscire su un balcone, seguita da un uomo visibilmente alterato. A quel punto gli agenti hanno scavalcato il cancello del giardino condominiale e, una volta entrati nell’appartamento, hanno visto la donna che presentava graffi al collo, un bimbo di circa 3 anni e un altro minore di circa 14 in lacrime, e l’uomo seduto al tavolo della cucina. Mentre un agente prendeva in disparte la moglie per ascoltarne il resoconto, il marito ha aggredito l’altro poliziotto davanti ai due figli. E’ stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale. Domani comparirà in tribunale per la direttissima.