Una folla alla camera ardente per l'ultimo saluto a Sergio Zavoli (foto Petrangeli)
Una folla alla camera ardente per l'ultimo saluto a Sergio Zavoli (foto Petrangeli)

Rimini, 7 agosto 2020 - C'è già una piccola folla fuori dal teatro Galli, dove giganteggia una sua fotografia con  la scritta "Ciao Sergio", quando il feretro di Zavoli arriva per l'ultimo saluto di Rimini a uno dei suoi figli prediletti. La camera ardente ha aperto alle 17, ma pochi minuti prima la moglie Alessandra e la figlia Valentina sono già dentro il foyer del teatro, insieme al sindaco Andrea Gnassi.

Poi entrano tutti gli altri, a turni. Nella sala del teatro scorrono le immagini di Zavoli: lui e Fellini, lui al Giro d'Italia, lui in tv, lui a Rimini... Non parlano la moglie Alessandra e la figlia Valentina, che hanno preferito che a parlare fosse proprio Zavoli: nel teatro vengono riproposti in loop spezzoni delle sue interviste. Si commuove la moglie, e ammette: "Questo abbraccio di Rimini è fantastico. E' esattamente con il gusto e la sobrietà che erano nello stile di Sergio. Grazie Rimini".

Leggi anche Morto Sergio Zavoli, Rimini perde uno dei suoi figli prediletti

Tanti sono passati oggi a salutare Zavoli: dal governatore Stefano Bonaccini ("Zavoli è stato un gigante del '900") al suo predecessore, il senatore Vasco Errani ("Sergio era un amico, con cui discutevo spesso"), e poi il sindaco di Ravenna Michele De Pascale, quello di Santarcangelo Alice Parma, il presidente del consiglio regionale Emma Petitti, il presidente di Ieg Lorenzo Cagnoni, l'ex rettore dell'università di Urbino Stefano Pivato, la nipote di Fellini Francesca Fabbri Fellini ("Per me era come uno zio"). Insieme a loro, tanti riminesi che hanno ammirato Zavoli e gli hanno voluto bene.

 

Domattina dalle 10 alle 12 qui tutti i riminesi che lo voranno potranno salutare Zavoli per l’ultima volta. Subito dopo la salma verrà portata in cimitero, dove sarà celebrata una cerimonia (strettamente privata) in onore di Zavoli, che sarà poi sepolto vicino alla tomba di Fellini e Giuletta Masina.

false

 

Il funerale a Roma, tanti volti noi all'ultimo saluto

Hanno partecipato in molti alla funzione tenutasi alla chiesa di San Salvatore in Lauro a Roma per dare un ultimo saluto al maestro del giornalismo Sergio Zavoli, scomparso lo scorso 4 agosto. Ad aspettare il feretro c'erano la moglie e le figlie, ma anche tanti amici e colleghi, tutti commossi e provati. Attorno alla bara numerose corone e cuscini di fiori, tra cui quella inviata del Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, quella della Rai e la corona del gruppo senatori del Partito democratico.

Allestito anche un maxischermo in piazza per dare la possibilità di vedere la cerimonia anche a chi, per ragioni legate alla sicurezza, non è potuto entrare in chiesa.

Michele Mirabella, ai funerali di Sergio Zavoli (Ansa)

Tra i presenti del mondo politico, che hanno reso omaggio a Zavoli, Walter Veltroni, Valeria Fedeli, Gianni Letta, l'ex presidente della FIGC Franco Carraro, la capogruppo di Italia Viva alla camera Maria Elena Boschi, Luigi Zanda, Vincenzo Vita, e Andrea Gnassi, sindaco di Rimini. 

Hanno partecipato, oltre all'Ad della Rai Fabrizio Salini, anche gli ex vertici come Luigi Gubitosi e Monica Maggioni. C'erano anche Beppe Giulietti, presidente della Federazione nazionale della stampa, Paola Spadari, presidente dell'Ordine del Lazio, e, fra gli altri, il conduttore televisivo Michele Mirabella e Renzo Arbore.

ma. spa.