Misano MotoGP (Foto Petrangeli)
Misano MotoGP (Foto Petrangeli)

Misano (Rimini), 4 settembre 2018 - Giallo come la marea dei fan di Valentino. Rosso, come una fetta del Misano world circuit che tiferà Ducati. E tanti altri colori della folla pronta a invadere il circuito per tifare il baby campione Marco Bezzecchi e la nutrita truppa di piloti nati nella terra dei motori: ben 14. Sarà un arcobaleno da record. Gli organizzatori ne sono sicuri: si può confermare il successo degli ultimi anni. Il che significa 150mila presenze nei tre giorni del Gran premio motociclistico Octo di San Marino e della Riviera di Rimini dal 7 al 9 settembre. Numeri da capogiro quelli del Gran premio di Misano. E che lo proiettano tra i primi del circus, contendendo la palma di quello con più spettatori a mostri sacri del circus come la fascinosa Assen e la calda Barcellona, dove l’esercito di piloti spagnoli è di casa.

OMBRELLINE_25223999_152648

Alberghi, ristoranti, locali e negozi della Riviera ringraziano perché l’indotto stimato sul territorio è di 65milioni di euro. Dall’altra parte delle telecamere che riprenderanno i campioni in pista ci sarà il mondo intero. Si stima che il Gran premio sarà visto da un miliardo di persone; Misano, San Marino e la Riviera di Rimini verranno proiettati nel mondo. «Questa è la Motor valley – ribatte il presidente della Regione, Stefano Bonaccini –. Su di noi c’è un’attenzione mondiale. In questa regione ci sono le due e quattro ruote più belle del mondo. Non è un caso se la Lonely Planet, una delle guide più rappresentative al mondo, ha inserito l’Emilia Romagna come principale destinazione turistica in Europa da qui alla prossima estate». Con queste premesse e con la benzina che scorre nelle vene dei romagnoli cresciuti a pane e motori, sognare è possibile. «Sarà un evento da record anche quest’anno – assicura il sindaco di Misano, Stefano Giannini –. Le premesse ci sono tutte».

DUCATI_32545132_190330

I numeri danno ragione agli organizzatori. Se dentro il circuito un anno fa sono transitate 158mila persone in tre giorni, gli eventi tra Rimini, Riccione, Misano e Cattolica hanno attirato la bellezza di 300mila turisti. La festa è anche fuori dal circuito dove i piloti stanno volentieri e si divertono mentre la Riviera ribolle di passione a due ruote. Questo è uno dei valori aggiunti che gli organizzatori hanno cercato, ancora una volta, di far pesare al tavolo delle trattative con la Dorna, che organizza il calendario della MotoGp, il rinnovo del Gran premio. «Ci confrontiamo con competitor mondiali che hanno capacità economiche inimmaginabili, se pensiamo al Medio oriente o all’Estremo oriente. La nostra moneta è anche la passione, e quanto questo territorio sente e vive questo evento» ha detto durante al presentazione il presidente della provincia Andrea Gnassi. A quanto pare il rinnovo per i prossimi tre anni – 2019, 2020 e 2021 – è ormai cosa fatta. Manca solo l’ufficialità. Tornando in Riviera, da mercoledì sarà festa grande fuori dal circuito. Alle 18,30 in pieno centro a Riccione, Linus di Radio Deejay condurrà il talk-show con i piloti. A Misano e a Cattolica ogni sera ci saranno musica, motori, piloti e spettacoli vari.

La presentazione del poster (Foto Marco Poderi)

Domani i piloti delle tre categorie del Mondiale si raccontano, alle 18.30 in piazzale Ceccarini, nell'appuntamento che lancia il conto alla rovescia dell'evento delle due ruote. Chi vorrà potrà quindi ascoltare aneddoti fuori e dentro la pista in uno speciale talk show aperto al pubblico, a ingresso libero, con collegamenti in diretta su Sky Sport 24. All'evento, annuncia l'amministrazione, parteciperanno i piloti di MotoGP, Moto2, Moto3 e MotoE Michele Pirro, Scott Redding, Mattia Pasini, Pecco Bagnaia, Luca Marini, Nicolò Bulega, Dennis Foggia, Fabio Di Giannantonio, Jorge Martin, Marco Bezzecchi, Enea Bastianini, Lorenzo Della Porta, Andrea Migno, Niccolò Antonelli, Alex De Angelis e Manuel Poggiali. A dialogare con loro ci saranno Guido Meda, Cristiana Buonamano e Paolo Beltramo, direttamente da Sky Sport.

Se Rimini ricorderà con una mostra in centro storico il campione Renzo Pasolini, San Marino aprirà le sue porte ai campioni e alle moto da gara. D’altronde a Misano i campioni si sentono a casa. Tra questi anche Kevin Schwantz campione del mondo nel 1993. «Di questi posti mi piace l’aria, il mare e le colline – racconta –. Ci sono arrivato per la prima volta per una gara nel lontano 1986. Mi sono fatto tanti amici, come Aldo Drudi che tre anni dopo, nel ‘89, mi disse ‘vieni a vedere questo bambino, va davvero forte’. Quel giorno ho conosciuto il figlio di Graziano Rossi: Valentino».