Vi chiedo di provare a fare una cosa molto semplice come ho fatto io giorni fa: prenotare una visita o modificare una prenotazione chiamando il numero di CUP 800 884888, selezionando il tasto 2 (interventi non urgenti). Sentirete un lungo preambolo normativo, letto da qualcuno con un accento bolognese che rasenta il ridicolo, e poi, quando finalmente potrete premere il tasto 2, vi diranno che gli operatori sono occupati e che 'per evitare lunghe attese', dovete richiamare. Così non solo l'attesa è lunga (a volte ho perso alcune ore), ma invece che restare in linea, si è costretti a digitare il numero 10 volte, sentendosi ogni volta la tiritera con l'accento che dopo un po' diventa nauseante. Per rendere l'esperienza più realistica, vi invito a ritentare tante volte finché non otterrete di parlare con un operatore: alla fine capirete la mia esasperazione. Qualunque centralino di qualunque azienda mette i chiamanti in attesa; oggi ti dicono spesso anche quanti sono in fila davanti a te e quanto dovrai aspettare. Il CUP ha scelto la soluzione più snervante e umiliante per i cittadini. costringendoli a perdere mezze giornate digitando numeri. Questa è un'inefficienza che secondo me occorre segnalare, se vogliamo aiutare le istituzioni a cambiare l'atteggiamento verso i cittadini (se telefono alla clinica privata mi rispondono subito, o mi mettono in attesa).

Gabriele Pallotti