Inquinamento dell'aria, si rottamano le automobili
Inquinamento dell'aria, si rottamano le automobili

Dopo la maglia nera della campagna 'Mal'aria' 2021 di Legambiente ottenuta dal Veneto, con 4 capoluoghi già, a settembre, prima ancora che inizi la stagione autunnale, oltre la soglia dei limiti dei giorni di superamento dei livelli di Pm10, e altri 2 sul filo del rasoio, immediata la reazione dell'assessore all'Ambiente del Veneto, Gianpaolo Bottacin
Questa mattina la giunta, su sua proposta, ha deliberato altri 7,8 milioni di euro epr sostenere la rottamazione delle auto più inquinanti e a breve, partiranno anche gli incentivi per il rinnovo di stufe e caldaie.

Rottamazione auto: da 5 a 13 milioni di incentivi

"Continua con azioni puntuali e continuative la nostra battaglia per ridurre lo smog e migliorare la qualità dell'aria" - ha asserito Bottacin nel comunicare lo stanziamento di ulteriori 7.866.000 euro che permetteranno di ampliare il numero dei beneficiari del bando 2021 per la rottamazione delle vecchie auto, con contestuale acquisto di nuovi mezzi a basso impatto ambientale, che era stato promosso nei mesi scorsi con una dotazione iniziale di 5 milioni di euro. 

Smog, Veneto maglia nera per la qualità dell'aria. Pd: "Mancata regia unica"

"Un percorso virtuoso che dal 2017 ci vede costantemente impegnati su questo tipo di misura antismog - prosegue l'assessore - una delle tante contenute nel nostro piano regionale, che passo dopo passo stanno portando buoni frutti. Sebbene la nostra regione si trovi all'interno del Bacino Padano dove c'è scarsissimo ricambio d'aria, il valore medio del PM10 è infatti al di sotto dei limiti imposti a livello europeo e il superamento, che pur si verifica, è relativo al solo valore limite giornaliero, non per il valore medio annuale che risulta invece ampiamente rispettato da alcuni anni". 



Il bando per il rinnovo delle stufe
 

"Nel nostro piano regionale sono previste settanta misure antismog - specifica l'assessore - che, gradatamente, stiamo portando avanti. Nelle prossime settimane ad esempio partirà il nuovo bando per il rinnovo di stufe e caldaie, in quanto, va ricordato, le emissioni di PM 10 primario derivano principalmente dalla combustione di biomasse". 

La 'classifica' delle 11 città capoluogo italiane oltre la soglia o a rischio

Smog, al Veneto la maglia nera di 'Mal'aria' con 4 capoluoghi fuorilegge e 2 al limite

Maglia nera, secondo il report 'Mal'aria' di Legambiente, a Verona e Venezia con 41 giorni di sforamenti, seguite da Vicenza con 40, Avellino e Brescia con 39, Cremona e Treviso con 38, Alessandria, Frosinone e Napoli con 37, Modena con 36.
Il numero, secondo l'indagine di Legambiente, rischia di aumentare presto visto che Padova e Rovigo sfiorano il limite, registrando 35 giorni di sforamento al 6 settembre 2021, mentre la città di Torino ne registra 34. Vicine alla soglia critica anche Asti (con 33 giorni di sforamenti), Lodi e Reggio Emilia (32), Bergamo e Caserta (31) e Parma (30).