Jesi (Ancona), 12 gennaio 2018 - Ancora uno schianto all’incrocio maledetto: nella carambola colpita anche la lapide commemorativa di una ragazzo che, in sella alla sua moto, sette anni fa, ha perso la vita proprio su questo tratto di asfalto. Stavolta fortunatamente si è registrato solo un ferito e non così grave: una 75enne residente in Vallesina. E ciò nonostante le due auto coinvolte siano schizzate via fino a impattare una nell’aiuola spartitraffico e l’altra nel campo dalla parte opposta della carreggiata, Lo schianto oggi alle 16,40 all’incrocio tra via Ancona e Via Don Battistoni, di fronte al complesso industriale Pieralisi e poco sotto l’hotel Federico II.


A scontrarsi, per cause ancora in fase di accertamento da parte della Polizia locale, una Opel Corsa condotta da un ragazzo che usciva dalla città e una vecchia Y 10 che arrivando da Monsano, svoltava verso via don Battistoni. La Y 10 è andata a finire sopra l’aiuola spartitraffico fino alla lapide di Thomas Pettinari, la cui vita si è spezzata a soli 16 anni, quel maledetto 19 settembre 2010.

L'auto a bordo della quale viaggiava l'anziana ferita (foto Ferreri)

L’anziana dolorante ma cosciente è stata trasportata in ambulanza della Croce Verde al pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani per gli accertamenti del caso. Le sue condizioni non sarebbero particolarmente preoccupanti. Tanto spavento ma per fortuna tutti illesi gli altri. Limitati i disagi al traffico. Sul posto i vigili del fuoco a estrarre la Opel Corsa, dal campo e messo in sicurezza l’altra vettura.