Bologna, 12 settembre 2017 – Si è tenuta alle 10 di questa mattina nella sede della Regione di viale della Fiera 8 l’iniziativa per celebrare i primi 70 anni della Polizia stradale.

Un’occasione per illustrare un bilancio delle attività, sottolineando alcuni degli importanti risultati risultati ottenuti, ma anche per guardare avanti, al futuro, focalizzandosi sul ruolo degli agenti nei campi della sicurezza, prevenzione e tutela dei cittadini.

Durante l’incontro, infatti, è stato presentato da parte del compartimento dell’Emilia-Romagna un ciclo di conferenze che si terranno tutti i giovedì di ottobre, rivolte a studenti e ragazzi, con l’obiettivo di istruire i più giovani verso comportamenti corretti alla guida, ma non solo.

Il primo appuntamento sarà incentrato sull’omicidio stradale, con particolare riferimento all’abuso di sostanze stupefacenti e alcol e approfondimenti del fenomeno dal punto di vista giuridico. Ad intervenire saranno Valter Giovannini, procuratore aggiunto di Bologna, e Elia Del Borrello, responsabile del laboratorio di tossicologia forense.

Seguirà poi un convegno relativo alla mobilità del futuro, sulle tecnologie e infrastrutture stradali all’avanguardia e le auto senza guidatore.

Il terzo incontro, denominato “Responsabilmente social”, curato dalla facoltà di Sociologia dell’Alma mater, passerà in rassegna i rischi e i pericoli derivanti dall’utilizzo del telefono cellulare al volante, soprattutto per quanto riguarda i social network come Facebook, Instagram e WhattsApp.

L’ultima conferenza, invece, si concentrerà sulla velocità e sulla sicurezza stradale, con la partecipazione di alcuni piloti professionisti.

Durante la celebrazione del settantesimo anniversario sono intervenuti numerosi ospiti, tra cui il procuratore capo Giuseppe Amato, il presidente della Regione Stefano Bonaccini,  Piera Romagnosi, dirigente del compartimento regionale della Polstrada, il questore di Bologna Ignazio Coccia, il prefetto Matteo Piantedosi, Roberto Sgalla, direttore centrale delle specialità della Polizia di Stato e Giuseppe Bisogno, direttore del servizio Polizia stradale.