Bologna, 26 settembre 2017 - Dal trionfo dei marmi-ceramica al ritorno dei colori vivaci, passando per ambienti wellness che riproducono cascatine in ambienti tropicali a vere e proprie installazioni artistiche. Non solo esposizione di lastre ceramiche per tutti i gusti, Cersaie, in programma fino a venerdì a BolognaFiere, sa essere sempre di più intrattenimento e raffinato design. I visitatori per esempio possono gustare l’esposizione di 400 metri quadri al padiglione 30, dal titolo Milleluci-Italian Style Concept, il format che trae ispirazione dal varietà televisivo condotto da Mina e Raffaella Carrà nel 1974: ogni puntata rendeva omaggio a un genere di spettacolo diverso, dalla radio al cabaret, dal musical all’operetta.

I due curatori di Milleluci– Italian Style Concept, Angelo Dall’Aglio e Davide Vercelli, hanno sviluppato un racconto “che diventa un viaggio suggestivo tra atmosfere luminose che esaltano la materia, le superfici e il design dei prodotti di arredobagno, tra forme classiche e stili differenti”. La mostra è suddivisa in dieci set tematici, come fossero le puntate del varietà. Sullo sfondo di ogni location si vede un’immagine retroilluminata dedicata al film o all’opera. Si spazia da Madama Butterfly a Goldfinge, da Greasea Per qualche dollaro in più, da Frankenstein Junior a Shining, dove compare anche la sinistra macchina da scrivere e il famigerato triciclo che hanno spaventato generazioni di cinefili.

Si rimane sempre sul fronte artistico con il Gruppo Del Conca che, dopo Milo Manara, Monkey Punch e Giugiaro Architettura, ha stretto una collaborazione con Archivio Crepax per l’utilizzo dell’immagine di Valentina, il famoso personaggio creato da Guido Crepax. Una collezione caratterizzata dal classico bianco e nero e disponibile in due decori. Il primo, 50x20 da posare in verticale, dominato dalla splendida fisicità del personaggio, e il secondo, 20x50 da posare in orizzontale, dove lampi di rosso rimandano alla cura dell’autore per il dettaglio e alla rottura che il suo segno ha rappresentato nel panorama del fumetto mondiale.

Quanto all’offerta tra gli stand, diffusa la ceramica che riproduce le pietre naturali, soprattutto il marmo, con tanto di venature ed eleganza, ma più flessibile ed economico. Mentre prendono piede spessori ceramici sempre più variabili, da quelli più sottili che si possono utilizzare anche come tavoli per le case a quelli più robusti impiegabili come sentieri da giardino. Molto fantasioso anche il panorama dell’arredobagno, ispirato al modello stanza da bagno come luogo del benessere, delle micro-spa costituite da vasche che assomigliano a piscine in miniatura a temperatura regolabile digitalmente, docce con bocchettoni di grandi dimensioni (anche per due persone), polverizzatori d’acqua e stand esperienziali, come quello della Treemme che ricrea atmosfere e suoni della giungla per presentare le sue nuove collezioni di rubinetti. Sempre molto ricca anche la proposta riservata ai mercati orientali, con l’utilizzo dell’oro e dei colori sgargianti che decorano i sanitari e le cabine docce.