Bologna, 18 giugno 2017 – Primo matchpoint per la Virtus Segafredo Bologna. La formazione di Alessandro Ramagli, avanti 2-0 nella serie, cercherà di chiudere la serie di finale playoff già domani sera, alle 20.45, al PalaTrieste, in un confronto difficile.
Esclusa la sconfitta ad inizio campionato con Treviso, la formazione di Eugenio Dalmasson ha infilato una serie di 22 vittorie consecutive in casa che l’ha portata a chiudere la stagione regolare terza (proprio dietro la Virtus) e poi ad arrivare meritatamente alla finale promozione.

Quello giuliano è un fortino difficile da espugnare e proprio sul fattore campo Trieste ha fatto le proprie fortune. "Abbiamo preso 2 scoppole a Bologna, ma siamo pronti a rialzarci – sottolinea Matteo Da Ros, ala di Trieste ed ex della sfida - L'errore più grande è demoralizzarci; dobbiamo continuare a essere noi stessi, seri in allenamento, leggeri fuori dal campo Non dobbiamo snaturarci, non dobbiamo cambiare proprio adesso. La base della nostra partita dovrà essere l'intensità difensiva e in questo senso il fatto di giocare in casa, davanti ai nostri tifosi, è un vantaggio sicuro: all'Alma Arena ci facciamo trascinare dall'entusiasmo del nostro pubblico. È una sensazione bellissima far felice tanta gente, vogliamo continuare a sognare tutti insieme”.


Il compito che attende la Virtus a Trieste sarà difficilissimo, ma i bianconeri hanno dimostrato di avere qualità tecniche e umane di riuscire nell’impresa per violare il campo dei biancorossi. “A Trieste dovremo essere 10, per giocarcela su un campo dove i padroni di casa vincono da ventidue partite – confermava nei giorni scorsi il tecnico bianconero Alessandro Ramagli - siamo 2-0, ma ora giocheremo contro una squadra piena di orgoglio, su un campo difficilissimo da violare, e servirà grande personalità. Dovremo avere la faccia e l’anima migliore altrimenti non vinci. Servirà qualcosa in più da trovare dentro di noi. È un campo difficilissimo, ma se devi fare una cosa bella, giusto provare a farla in casa di qualcuno che ha pedigree e qualità. E non c’è un posto migliore, un ‘campo di casa inespugnabile’, che non Trieste”.

A seguire la Virtus in quel del PalaTrieste saranno circa 400 tifosi, mediazione tra i 520 chiesti della società bianconera e il 250 offerti da quella giuliana.

Media - Diretta su Sky Sport 1 HD (201) e su Radio Bologna Uno, sugli 89.8 mhz. Postpartita in diretta su TRC, sul canale 15 del digitale terrestre, che poi trasmetterà in differita l’incontro martedì sera in seconda serata.