San Mauro Pascoli (Cesena), 10 agosto 2017 - Allevava conigli in casa, costringendoli a vivere nella sporcizia e in condizioni precarie. Quando i carabinieri sono intervenuti in casa di C. G., italiano, sessantenne, residente a San Mauro Pascoli, si sono trovati di fronte una scena incredibile. Nell’abitazione presa in affitto dall’uomo, dove sono stati allevati circa 200 conigli, c’era una grandissima quantità di letame, danneggiando l’abitazione e costringendo gli animali, alcuni rinvenuti morti, a un regime di vita non consono.

Inoltre, in quella situazione di incuria era stato fatto proliferare un particolare coleottero che aveva infestato, nei primi giorni dello scorso mese di giugno, le abitazioni vicine. C. G., già con precedenti per reati contro la persona e falso in atto pubblico, è stato denunciato in stato di libertà per maltrattamento di animali e danneggiamento.