Civitanova, 5 ottobre 2017 - Una domanda in inglese, poi in francese, poi le mani sul collo alla farmacista e infine la rapina. È successo nel primo pomeriggio di ieri – verso le 14.45 – in pieno centro. Nella parafarmacia 'Regno Benessere' di corso Umberto I, a Civitanova, un uomo alto e robusto, apparentemente italiano secondo le descrizioni, per fare credere di essere straniero ha provato un paio di approcci in lingua straniera con la responsabile del punto vendita – da sola dietro al bancone – prima di portare via i soldi nella cassa, circa 135 euro.

La parafarmacia fa orario continuato e alle 14.45 circa, cappello tipo coppola in testa, falda larga e jeans, il tizio entra e chiede alla farmacista: «Do you speak English?» Lei dice no, lui ribatte: «Parlez-vous francais?» La donna accenna di capire e il balordo urla «argent»: i soldi.

Accompagna la richiesta facendo ripetutamente con la mano il simbolo della pistola e indicandole di averla nascosta sotto la felpa. La farmacista resta lì per lì scioccata, e allora lui le si avvicina e le mette una mano sul collo, senza stringere (non ha riportato segni di violenza), ma per farle capire di essere pronto a tutto.

«Ero al telefono quando è entrato. Non ha mai estratto la pistola che minacciava di utilizzare – ha raccontato ai carabinieri che stanno svolgendo e indagini – perché con tutta probabilità non la aveva. Una volta presi i soldi, è scappato via a piedi, in direzione della stazione ferroviaria». Di lui si sono perse le tracce e le indagini – in capo ai carabinieri – non potranno usufruire delle immagini registrate dalle telecamere di sicurezza all’esterno, perché il sistema di videosorveglianza comunale – cioè gli impianti puntati in corso Umberto – è poi al momento fuori uso per un guasto tecnico.