Pedaso (Fermo), 15 maggio 2017 - Colpo di scena a Pedaso dove due liste elettorali su tre, in corsa per le elezioni amministrative dell’11 giugno, sono state escluse dalla competizione elettorale per motivi riconducibili a mancanza di requisiti previsti dalla legge.

Nello specifico, ad essere espulse sono state le liste denominate ‘Pedaso con Berdini Sindaco’ capitanata da Vincenzo Berdini e la lista ‘Aria Nuova’ rappresentata dal candidato sindaco Stefano Simonetti. A questo punto, resta solo la lista dell’attuale sindaco Barbara Toce.

Le anomalie sono emerse nel corso della verifica in sede di commissione elettorale di Fermo, dove sono stati riscontrati difetti di carattere formale riguardanti l’autenticazione di firme e la trascrizione di dati anagrafici. Entrambi i candidati sindaci esclusi dalla competizione elettorale, affermano di procedere facendo immediato ricorso al Tar con richiesta di sospensiva.

«L’esclusione deriva da un refuso commesso da un mio collaboratore riguardante il luogo della mia nascita (è stato apposto Pedaso, mentre Berdini è nato ad Altidona; ndr) – spiega il capolista Berdini – non recrimino nessuno, faremo richiesta al Tar e speriamo di risolvere la situazione che ha dell’inverosimile ma è la realtà con cui dobbiamo confrontarci».

Diverse le motivazioni alla bese dell’espulsione della lista ‘Aria Nuova’. «La nostra lista – commenta Simonetti – è stata eliminata a causa di errori nella trascrizione dei dati anagrafici e anomalie nell’autenticazione delle firme. Vale a dire errori riconducibili al pubblico ufficiale del Comune, a fronte dell’assoluto adempimento burocratico da parte dei componenti della lista. Per tale motivo – conclude Simonetti – presenteremo ricorso al Tar con richiesta di sospensiva e ci tuteleremo in ogni opportuna sede».

Al momento resta quindi solo la candidata sindaco Barbare Toce, sostenuta dalla lista 'Più per Pedaso’. Ecco tutti i candidati: Simone Ciarrocchi, Bruno Chiodi, Enrica Verducci, Giuliano Ciribè, Antonella Anzalone, Loris Ramini, Riccardo Fioravanti, Natascia Visi, Alessandro Camilli e Fabio Scagnoli.