Ostellato (Ferrara), 15 luglio 2017 - E' ancora gravissima la bimba di 9 anni investita davanti alla zia, subito dopo essere scesa dal pulmino della parrocchia che la riportava a casa dopo una mattinata di divertimento. Safira Carli sta lottando tra la vita e la morte, nel reparto di rianimazione dell’ospedale Bufalini di Cesena, dopo essere stata travolta sulla Provinciale 1, via Lidi Ferraresi, alle porte di Ostellato, da un’auto, una Fiat Punto, condotta da un ragazzo.

Da una prima ricostruzione della tragedia, da parte dei carabinieri della compagnia di Portomaggiore, la piccola Safira aveva trascorso la mattina al ricreatorio della parrocchia di Ostellato, per partecipare al ‘Grest’, le iniziative estive. Alle 12.30 la piccola, insieme ad altri bambini, è stata accompagnata a casa a bordo di un mezzo della parrocchia, condotto da un volontario (FOTO).

Safira si è fermata a casa di una zia, in via Lidi Ferraresi, al civico 9 . Quando, alle 13, è scesa dal mezzo e ha attraversato la provinciale. Dall’altra parte c’era la zia. La donna la stava raggiungendo, ma non ha potuto far altro che assistere, atterrita, all’investimento della nipote. L’utilitaria, condotta da un 28enne di Ostellato, l’ha travolta facendola sbalzare a circa 20 metri dal punto di impatto. Safira è rimasta esanime a terra. I primi a soccorrerla sono stati la zia, lo stesso conducente della macchina e alcuni dipendenti dell’Enel, arrivati pochi istanti dopo l’impatto. A chiamare il 118 ed i carabinieri l’autista di un taxibus, arrivato anche lui sul luogo della tragedia. 

Il conducente del pulmino, una volta fatta scendere Safira, si è allontanato per riportare a casa, a San Giovanni, altri bambini che avevano passato la mattina al ricreatorio con l’amichetta. Pochi minuti dopo l’incidente, sono arrivati il padre della bimba e del 28enne. Il primo, visibilmente sconvolto, ha dato in escandescenza, arrivando a colpire il secondo facendolo finire a terra.

La piccola Carli, una volta intubata, è stata trasportata in elisoccorso, all’ospedale Bufalini di Cesena, dove è stata ricoverata in rianimazione. Le sue condizioni restano anche questa mattina estremamente critiche. Illeso ma sotto choc il conducente della Fiat Punto. Oltre ai carabinieri, sono intervenuti vigili urbani e ambulanza, con loro anche il comandante dell’Arma di Portomaggiore, il capitano Marco Uguzzoni.