Imola, 14 giugno 2017 - Accessi in crescita: la stazione ecologica di Imola, in via Brenta 4, è caratterizzata da un utilizzo sempre maggiore da parte dei cittadini. Con oltre 65.000 accessi nel 2016 è, tra l’altro, la più frequentata tra tutte le circa 140 gestite da Hera in Emilia-Romagna. Per facilitarne l’accesso agli imolesi e renderne più comodo l’utilizzo, l’Amministrazione comunale, in collaborazione con Hera, ha deciso che a partire dal 18 giugno la stazione ecologica rimarrà aperta al pubblico anche tutte le domeniche, dalle 9 alle 12.

In questo modo il servizio diventerà accessibile tutti i giorni della settimana, dal lunedì alla domenica, con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00, il sabato dalle 7.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, la domenica mattina dalle 9.00 alle 12.00.
Nelle prime due domeniche di apertura, il 18 e il 25 giugno, a tutti coloro che si recheranno alla stazione ecologica verrà offerta in omaggio una piantina officinale.

Il trend degli accessi è sempre stato positivo
negli anni ed è proseguito anche nel 2016, che ha registrato un aumento di quasi il 13% rispetto al 2015: da 57.700 accessi si è passati a oltre 65.000. I primi tre mesi del 2017 vedono ancora un segno più, con oltre 17.100 accessi contro i 15.000 del primo trimestre 2016, (più 13,9%).

In parallelo sono aumentati anche i conferimenti: dai 119.400 del 2015 ai 139.500 del 2016. In entrambi gli anni, il mese che ha visto il maggior numero di accessi è stato quello di ottobre (5.102 nel 2015 e 5.966 nel 2016) mentre il numero minore di accessi si è contato, sempre entrambi gli anni, in febbraio (3.924 nel 2015 e 4.676 nel 2016).

In questi primi tre mesi dell’anno, il forte incremento "senza dubbio si deve anche alla riorganizzazione nella città dei servizi di raccolta dei rifiuti urbani - spiegano da Hera - che ha eliminato la scontistica stradale, aumentandola invece alla stazione ecologica".

Qui, infatti, lo sconto per carta/cartone, vetro, plastica, lattine, oli minerali e vegetali, batterie auto/moto, è salito da 0,15 euro per ogni kg conferito, a 0,165. E’ cresciuto anche lo sconto per chi, avendo un’area verde di proprietà, utilizza la compostiera che Hera fornisce gratuitamente: da 5,16 euro attuali passa a 6 euro l’anno per ogni componente del nucleo famigliare.
E’ possibile inoltre avere riconosciuto uno sconto per il conferimento alla stazione ecologica di rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche: per ogni conferimento (indipendentemente dal numero degli oggetti) lo sconto è di 4 euro per un massimo di 12 euro all’anno.

La tassa sui rifiuti è composta da una quota fissa ( a copertura dei costi fissi di gestione del servizio) e da una quota variabile (a copertura dei costi di raccolta e smaltimento rifiuti) e gli sconti riconosciuti in bolletta per la raccolta differenziata possono arrivare ad abbattere il 100% della quota variabile della tassa.