Pesaro, 12 gennaio 2018 - Per le riprese del film Havana Kyrie, con protagonista Franco Nero, ieri è stata la giornata delle comparse. Ma, contrariamente alle attese, all’ingresso del Teatro Rossini alle 15 si sono presentati in poco più di un centinaio. Tutti “volontari”, in quanto la produzione italo-cubana della pellicola aveva già precisato che la prestazione sarebbe stata gratuita. E dunque in una giornata feriale, molti di quelli che pure avevano presentato i propri dati via mail, hanno deciso di dare forfait. Anche perché era stato espressamente indicato loro di arrivare in teatro curati e vestiti elegantemente. Un surplus di impegno che può aver scoraggiato molti a partecipare alla chiamata.


Anche mercoledì comunque sono proseguite le riprese sotto la direzione di Paolo Consorti, al suo terzo film come regista. In mattinata la macchina da presa si è concentrata sull’Orchestra Sinfonica Rossini. In scena i professori dell’Osr e sul podio, Franco Nero, nelle vesti del direttore rossiniano Vittorio Tancredi. Girata anche la scena principale con Nero che improvvisamente abbandona il podio all’inizio della Sinfonia della 'Cenerentola'. Oggi altra giornata di riprese, sempre al Teatro Rossini.

NERO_28048458_145803

Nei giorni scorsi invece i ciak all’interno di Villa Cattani Stuart e al mare con una scena che lo sceneggiatore Alfredo Mazzara ha definito bellissima e che precede l’addio di Tancredi a Pesaro e all’Italia.

Con uno stormo di gabbiani che si librano in volo contemporaneamente e che idealmente rimandano al viaggio che il burbero e angosciato Tancredi intraprenderà di lì a poco e che porterà il maestro a dirigere un coro di bambini a Cuba verso una nuova vita ed esperienza artistica.