Pesaro, 21 novembre 2017 – Cinque scudetti vinti in Italia, due in Germania, una lunga carriera azzurra e un prezioso bagaglio di esperienze internazionali nel calcio femminile torna alla base. Quella in cui è cominciato tutto.
La calciatrice pesarese Raffaella Manieri ha infatti presentato questa mattina RaffaManieri Academy. Un articolato progetto di calcio femminile che mette le tende a Santa Maria dell’Arzilla. Dove la Manieri è nata e cresciuta calcisticamente e dove ora sviluppa il format Pink Arzilla che da tre anni avvicina al calcio femminile sempre più bambine.

«Un progetto che rispecchia il percorso che ho fatto fin da bambina – racconta la Manieri che ora milita nella serie A italiana col San Zaccaria di Ravenna - e che vuole dare le migliori possibilità ad altre ragazze del territorio per sognare un futuro in questo sport basato su quell'etica di valori che mi ha sempre accompagnato e su un metodo riconoscibile». Quel metodo che da anni l’Arzilla pratica attraverso il 'Mixed Team' che crede fermamente nelle rose miste fra maschi e femmine dai piccoli amici ai giovanissimi.

Un’Academy che si avvale di una squadra di allenatori qualificati, capitanata da Francesco Marcucci, e che si propone riferimento per il territorio nel far crescere giovani calciatrici quanto di formare allenatori di calcio femminile.
L’Academy si svilupperà sui campi da calcio di Santa Maria dell’Arzilla e Fenile.