Pesaro, 13 gennaio 2018 -  La matricola Italservice strapazza la capolista. Pesaro inizia bene. Dopo 4’ mister Ricci chiede il time out. La prima grande occasione è di Manfroi al 13’. Ma al 10’ è Bocao a trasformare. E’ una fase del match in cui i padroni di casa soffrono con Micoli che per due volte resta a terra per una botta rimediata. Poi la partita si incendia. Gli arbitri al 9’ danno fallo e punizione gli abruzzesi. La porta pesarese è a rischio.

Mister Ramiro chiama il time out. L’Italservice colpisce un palo al 6’ con Tres. E’ un momento caldo per i biancorossi che con Stringari ruba palla e si lancia verso la porta, ma è fuori per poco (6’). Poi è Manfroi che va in contropiede, ma non trasforma. Lo segue Revert al 5’. Ma la porta avversaria pare stregata. Si va all’intervallo con Pesaro costretta a rincorrere.

Il secondo tempo riserva delle belle sorprese. Arriva l’agognato pareggio che porta la firma del capitano Tondidandel (13’38). Una rete di petto che apre il magic moment di Pesaro. La porta degli ospiti è assediata e trema. Tres e Revert continuano ad attaccare con giocate in contropiede. Poi al 10’ l’episodio clou. L’espulsione di Mammarella, il portiere dell’Acqua&Sapone e della Nazionale. L’azzurro ferma fallosamente una cavalcata di Boaventura. Al suo posto entra Casassa e la musica cambia (FOTO).

E’ Manfroi dopo pochi secondi a siglare il sorpasso. Pesaro spinge, la prima della classe molla. Sembra pure stanca. Mister Ramiro chiede ai suoi di giocare facile e disciplinati per mettere il risultato in cassaforte. La ciliegina sulla torta è una magia di Cesaroni che a porta vuota da oltre metà campo tira un pallonetto che gonfia la rete. E’ 3-1 (al 6’). Gli abruzzesi arrancano, l’ultimo grido che si infrange sul palo è di De Oliveira (4’). L’Acqua&Sapone le prova tutte per risalire la corrente. Anche il portiere in movimento. Ma l’Italservice domina. C’è anche spazio per Marcelinho che è l’autore del 4-1 a trenta secondi dalla fine del big match.

E’ festa. I 1300 del PalaCampanara esultano (record di pubblico). Trascinati dai Vikings e dai Boys, i due gruppi di sostenitori organizzati che al termine della goleada cantano ai loro beniamini: «Vi vogliamo così». Mercoledì 17 gennaio si torna in campo. Alle 20.45 arriva la Luparense, la terza forza della classe.

Il tabellino

Italservice 4 - Acqua&Sapone 1 (0-1 p.t.)
ITALSERVICE PESARO: Micoli, Tonidandel, Marcelinho, Cesaroni, Boaventura, Tres, Curri, Stringari, Manfroi, Revert Cortes, Fortini, Guennounna. All. Ramiro.
ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Lima, De Oliveira, Bocao, Coco, Bordignon, Murilo, Calderolli, Lukaian, Junior, Jonas, Casassa. All. Ricci.
Marcatori: 9'06'' p.t. Bocao (A), 6'22'' s.t. Tonidandel (P), 9'53'' Manfroi (P), 13'16'' Cesaroni (P), 19'30'' Marcelinho (P).
Ammoniti: Bocao (A), Tonidandel (P), Casassa (A).
Espulsi: al 9'19'' del s.t. Mammarella (A) per fallo su Boaventura lanciato a rete.
Arbitri: Ruggiero Chiariello (Barletta), Riccardo Davì (Bologna), Stefano Parrella (Cesena). Crono: Pierluigi Tomassetti (Ascoli Piceno).