Rovigo, 12 agosto 2017 - Non voleva pagare le multe che aveva accumulato, così ha denunciato il furto della su auto, per altro oggetti di confisca. Lo strataggemma, però, non ha funzionato e l'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato scoperto e denunciato dai carabinieri di Arquà Polesine. L'accusa è di simulazione di reato e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico, visto che l'uomo ha finto il furto della propria auto di piccola cilindrata, per sottrarsi dal pagamento di alcune violazioni commesse, continuando peraltro a circolare nonostante la macchina fosse oggetto di confisca

L'indagato si era infatti servito della denuncia di furto per fare ricorso all' autorità' giudiziaria ed amministrativa, sperando di farla franca.