Rovigo, 11 marzo 2017 – Continuano gli appuntamenti del Pi Greco Rovigo, evento ideato dall’associazione La vite di Archimede, con Cna e Camera di Commercio, con il patrocinio di Comune e Provincia. Questo annuale appuntamento vede come protagonista la matematica, in un susseguirsi di giochi, conversazioni, laboratori e incontri. Si sono sfidate 23 scuole degli istituti secondari di primo grado delle province di Rovigo, Verona e Padova, e 7 istituti secondari delle province di Rovigo e Venezia.

Le gare di matematica a squadre hanno visto gli studenti competere su giochi e argomenti al di fuori dello programma scolastico. Gli altri appuntamenti sono stati organizzati per il prossimo fine settimana. Venerdì 17 marzo, con ‘Il gioco del robot-plotter’ di Fabrizio Pivari, nel salone del Grano dalle 9,30, verrà insegnata la programmazione e la realizzazione di un primo programma visuale (Snap o Scratch), per sottolineare la necessità di comprendere non solo la parte visibile, ma anche quella nascosta.

Sabato 18 marzo, alle 9 in Pescheria Nuova, sarà il turno di Laura Quaini e il suo laboratorio «Sì problem», focalizzato sul problem solving: come affrontare ogni sfida con l’aiuto della logica. Contemporaneamente, nel salone del Grano, si terrà «Matematica curiosa», un laboratorio per le classi primarie, dove attraverso il gioco, si apprendono la matematica, la geometria e il calcolo. Nel pomeriggio, alle 15,30 in Pescheria Nuova, Laura Quaini seguirà il magico laboratorio «Matemagica«, dove attraverso abili trucchi matematici si potrà leggere nel pensiero, prevedere i comportamenti altrui e disporre gli oggetti senza toccarli. A seguire, alle 16,45, sempre con Laura Quaini e «Geometrie terrestri«, sarà possibile esplorare tutte le forme che la natura ha progettato per ogni elemento che ci circonda, proprio come un abile matematico. A chiudere l’evento il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi e il suo «Teorie matematiche ed eventi catastrofici».