Quotidiano Nazionale logo
25 apr 2022

Numana, folle di gelosia accoltella il fidanzato dopo la festa di compleanno

La coppia era andata insieme ad amici in un ristorante di Numana poi la serata è degenerata a casa. Al termine dell’ennesima lite lei lo ha colpito a un fianco 

silvia santini
Cronaca
Ad accorrere sul posto a Numana dopo la richiesta di auto sono stati i carabinieri
Ad accorrere sul posto a Numana dopo la richiesta di auto sono stati i carabinieri

Numana (Ancona), 25 aprile 2022 - Ubriaca e gelosa non ha esitato a impugnare il coltello per ferire il compagno. E’ finita male la cena di compleanno fuori casa per una coppia, ma poteva anche tramutarsi in tragedia. La furia della donna infatti era implacabile, anche di fronte ai carabinieri che sono intervenuti su chiamata dopo i sanitari e la corsa al nosocomio regionale in piena notte. Tutto era cominciato al tavolo, con loro c’erano diversi amici sabato sera a Numana. All’inizio tutto sembrava scorrere per il meglio. La coppia era andata al ristorante per festeggiare il compleanno di lui appunto e, una parola tira l’altra, dopo qualche bicchiere di troppo è scattata la scenata di gelosia di lei, 35enne d’origine ucraina, da tempo residente a Numana. Forse un apprezzamento o un’occhiata verso un’altra donna, tanto è bastato per far scattare l’ira furibonda della giovane che non si è placata nemmeno dopo ore. Già all’uscita dal locale i due avevano iniziato a litigare.

La violenza però è scattata una volta tornati a casa quando la donna ha accoltellato il ragazzo. La ferita sarebbe stata inferta attorno alle 2.45 per l’esattezza. All’improvviso è arrivato il fendente che per fortuna ha preso il fianco di striscio. E’ stato lui stesso a chiamare aiuto. Perdeva molto sangue e prima di svenire, ha raccontato, non ha esitato a comporre il numero. "Venite subito, la mia compagna mi ha accoltellato", ha detto al telefono.

L’uomo, 30enne del posto, è stato portato all’ospedale di Torrette dall’ambulanza del 118 per la ferita al fianco. Non è in pericolo di vita, è rimasto sempre cosciente mentre lo medicavano. E’ stato dimesso con sette giorni di prognosi. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri di Numana. Al loro arrivo c’è stata un’escalation di violenza da parte della compagna che è stata arrestata dai militari. Il tribunale dovrà esprimersi a ore sulla convalida o meno dell’arresto. L’ucraina li ha aggrediti e minacciati proprio nel momento in cui veniva ammanettata, tanto da andare ad aggravare il carico di accuse che oggi pendono sul suo capo. Nessun carabiniere è rimasto ferito. Era ancora su di giri e non riusciva a controllarsi.

È successo tutto all’interno dell’abitazione dove la coppia convive da diverso tempo ormai e dove, pare, si sarebbero verificate altre violente liti, sempre per lo stesso motivo, nel recente passato. Il quadro della situazione burrascosa è ancora al vaglio dei militari.

si.sa.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?