Daniele Paganelli
Daniele Paganelli

Cerreto d'Esi (Ancona), 6 aprile 2021 - Ha combattuto con grande forza, ma alla fine, a soli 52 anni, il giovane papà si è dovuto piegare al tremendo virus che lo ha preso di mira con una forma quanto mai aggressiva. Sconcerto, incredulità e tanta tristezza sin da ieri mattina nella comunità di Cerreto d’Esi quando si è saputo del decesso di Daniele Paganelli, operaio di un’azienda del territorio specializzata nella sistemazione di carrelli elevatori ad uso industriale e conosciuto per la sua grande passione per i motori e la natura.

Era stato ricoverato all’ospedale di Civitanova Marche e portato in terapia intensiva proprio per le complicazioni dovute al Covid. "Negli ultimi giorni le sue condizioni sembravano essere in ripresa e per questo non ci attendevamo il tragico epilogo", le parole emozionate del sindaco cerretese David Grillini, quasi coetaneo di Daniele, per gli amici ‘Zagato’ per le sue grandi abilità nella riparazione dei motori. "Avvertiamo – aggiunge il primo cittadino cerretese – un profondo senso di ingiustizia. Siamo impotenti di fronte al micidiale virus che a volte ci annienta. Daniele è stato un mito dei motori per tante generazioni, un amico con cui scambiare sempre due battute. Nessuno lo dimenticherà mai".

Fatica a trattenere le lacrime anche il sindaco di Fabriano Gabriele Santarelli: "Non riesco a crederci. Ho conosciuto Daniele quando per l’Unione Montana seguivo le autorizzazioni per il taglio dei boschi. Lui era presidente della comunanza agraria di Cerreto. Ci siamo spesso confrontati sulla gestione della comunanza, poi ci siamo reincontrati nell’ultimo anno per altri motivi. Era sempre piacevole parlare con lui. Il Covid si è portaro via una persona giovane e forte". Una notizia tremenda che arriva in un periodo in cui la piccola Cerreto d’Esi inizia a vedere un minimo di luce in fondo al buio tunnel della pandemia. Appena fino all’inizio della settimana scorsa, infatti, il quadro epidemico era estremamente preoccupante per una realtà di 3.700 anime con 110 positivi attivi che, secondo il report della Regione, ora sono scesi a 60, mentre le quarantenne totale sono 76. Un segnale confortante, insomma, ma il sindaco Grillini continua a raccomandare la massima attenzione e prudenza a tutta la comunità: "Non possiamo certo credere che la battaglia sia finita", il monito del sindaci anche in vista della riapertura delle scuole programmata per domani.

Covid: le ultime notizie 

Effetti collaterali vaccino Covid: Pfizer, AstraZeneca, Moderna e Johnson & Johnson

Colori regioni dal 6 aprile: quando cambiano. Regole zona rossa e arancione

Vaccino AstraZeneca e trombosi, Burioni: "Silenzio intollerabile"