Ladri in casa, il cane abbaia e li mette in fuga

Il racconto del proprietario: "Hanno provato ad entrare facendo un buco sulla finestra. All’interno non c’era nessuno, solo il mio ’bestione’"

Ladri in casa, il cane abbaia e li mette in fuga

Il foro sulla porta fatto dai ladri

Sono riusciti a praticare un foro nella mostrina della porta finestra di quell’abitazione a due passi dal centro di Polverigi l’altra sera, proprio sotto la piazza principale. Non era nemmeno l’ora di cena. I malviventi si sono aperti un varco in quell’abitazione ma si sono trovati davanti Thor, il cane del proprietario di casa, che ancora non era rincasato dal lavoro.

L’animale ha iniziato ad abbaiare e li ha messi in fuga. Un furto sventato dall’interno grazie al cane fedele, ma che altrimenti sarebbe sicuramente andato a segno nella tranquilla cittadina. "Hanno provato a entrare a casa mia praticando il buco sulla finestra ma grazie al mio ’bestione’ se ne sono andati – racconta il proprietario – Un appello a tutti, fate attenzione. Noi ieri sera siamo stati i primi e gli unici". Polverigi non contava un furto da fine gennaio, quando dei malviventi avevano svaligiato un’abitazione in via San Damiano portando via almeno un migliaio di euro in monili e gioielli. Come quella volta, anche l’altro ieri sera i proprietari si sono rivolti ai carabinieri di Osimo che hanno raccolto la denuncia. Tantissima la paura tra gli abitanti soprattutto tra le fasce più deboli come gli anziani che magari vivono soli. Il tam tam nel giro di poco si è propagato per i social, mezzo utile più che mai in casi come questi a divulgare appelli e a segnalare movimenti sospetti. In entrambi i casi nessun ha visto persone in fuga a piedi o in auto. I militari indagano a tutto tondo.

Potrebbe trattarsi di una banda itinerante o di ladruncoli che agiscono autonomamente. Lo stesso Comando ha registrato una diminuzione di furti in appartamento nell’ultimo anno, ma l’allerta è sempre alta in zona, dalla Valmusone alla Riviera del Conero, con le pattuglie organizzate anche congiuntamente. L’ultimo servizio ha permesso di indentificare 155 persone, di cui 30 con pregiudizi di polizia ma esenti da provvedimenti giudiziari da eseguire, ed è stata verificata la regolare circolazione stradale di 74 veicoli senza riscontrare irregolarità. Il personale, attivo anche per questo fine settimana, ha proceduto ad un sinergico ed attento monitoraggio delle vie e piazze cittadine ma anche al controllo di tante persone identificate nel corso di 12 posti di controllo dinamici, attuati lungo le strade urbane ed extraurbane di Osimo ad alta densità di traffico.

Silvia Santini