Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Politica in lutto: è morto a 82 anni Aldo Tesei

L’ex assessore regionale stroncato da un malore a casa nel giorno di Pasqua: sono stati inutili i soccorsi subito allertati dalla moglie

Un malore in casa: è morto a 82 anni l’ex assessore regionale alla Sanità Aldo Tesei. A lanciare l’allarme, nel giorno di Pasqua, la moglie che abitava con lui nell’appartamento di via Maggini, nel quartiere del Pinocchio. Inutili i soccorsi che sono arrivati subito sul posto, a partire dagli operatori dell’emergenza della Croce Gialla e automedica: ma ogni tentativo di rianimarlo è stato vano.

La notizia della scomparsa di Tesei ha colpito l’intero mondo della politica, ma anche quello della sanità nel quale l’ex assessore regionale si era speso anche dopo la fine della sua esperienza di guida della salute pubblica marchigiana.

Attualmente, infatti, era presidente dell’associazione "Amici dell’Inrca", un impegno che l’ha visto in prima linea in difesa dell’Istituto nazionale di ricerche per gli anziani. Con l’associazione non ha mancato di far sentire la sua voce critica anche per il progetto del nuovo ospedale alla Baraccola.

"Una persona di grande correttezza – lo ricorda David Favia –. In politica è sempre stato democristiano, ma spostato verso sinistra. Ci siamo avvicinati quando era nata l’Udeur di Clemente Mastella. Mi ha insegnato molto in quel periodo, un esperto e saggio della politica, ma soprattutto una paersona corretta. Quando Mastella decise di andare col centrodestra lasciammo il partito e da quel momento lui si allontanò dalla politica attiva. Nonostante non arrivasse dal mondo della sanità, quando diventò assessore regionale si mosse con grande esperienza e al termine di quell’incarico si impegno nella sanità privata come manager con ottimi risulati. Un grande dispiacere la sua scomparsa, un politico di altri tempi che ci mancherà".

E a ricordarlo c’è anche Enrico Brizioli, amministratore delegato del gruppo Kos Care. Con Brizioli, Tesei ha proprio lavorato nella sanità privata.

"Saluto con commozione l’amico Aldo Tesei con cui abbiamo condiviso importanti momenti di vita professionale e la scrittura del primo piano sanitario regionale dopo la riforma della sanità del DL 50292 e la nascita delle aziende sanitarie. Ci siamo poi ritrovati insieme nel suo periodo di lavoro come amministratore di Villa dei Pini, di cui ha contribuito allo sviluppo. Una persona di grande umanità e di costante passione per l’impegno civile".

Nella sua lunga carriera politicaTesei nel 2018 era stato nominato coordinatore regionale La Rosa Bianca e aveva aderito alle lista "Civica Popolare-Lorenzin" dell’onorevole Fabrizio Cicchitto. L’ultimo impegno diretto in quel mondo del quale aveva fatto parte per tanti anni.

Era nato a Pesaro, ed è stato dipendente e poi dirigente della Coltivatori Diretti per poi essere eletto consigliere comunale a Cagli dal 1972 al 1978 come suo primo impegno nel mondo della politica. Poi è arrivata l’elezione a consigliere provinciale a Pesaro Urbino, fino a entrare in consiglio comunale ad Ancona nelle fila della Dc nel 1983. Poi l’avventura in Regione con l’elezione a consigliere regionale delle Marche dal 1985 al 1995 e l’incarico di assessore alla Sanità e ai Servizi Sociali dal 1990 al 1993. Ha presieduto anche le Commissioni della Attività Produttive dal 1985 al 1990 e Urbanistica e Trasporti dal 1993 al 1995. Nella sua lunga carriera è stato direttore della federazione di Ancona della Coldiretti nel 1978, delegato Confederale della Coldiretti di Agrigento e Caltanisetta nel 1995 e direttore della Coldiretti d’Abruzzo nel 1997 fino al 2001.

I funerali di Aldo Tesei saranno celebrati oggi pomeriggio alle 15 nella chiesa di San Michele Arcangelo, al Pinocchio. Tesei lascia la moglie Matilde, le figlie Monica e Laura, il genero Simone e i nipoti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?