Ancona, 5 marzo 2018 - Il meteo concede una tregua, ma il Comune deve mettere mano ad una serie di manutenzioni: frane e smottamenti provocati dallo scioglimento di neve e ghiaccio, dalla pioggia, ma anche la copertura di decine di buche diventate crateri. Grande lavoro ieri, nonostante la giornata festiva, per il personale dell’ufficio tecnico e del magazzino del Comune.

La strada di collegamento tra la provinciale e la baia di Portonovo continua a cedere. Mercoledì, nel cuore della tormenta di Burian, un grosso pino ha ceduto finendo sulla strada, interrompendo il transito dei mezzi. Sabato pomeriggio, la pioggia ha aggiunto acqua alla neve sciolta provocando una prima frana, sempre nella zona del belvedere; sul posto vigili del fuoco e vigili urbani che hanno bloccato l‘accesso.

Ieri mattina, cinquanta metri a monte, all’inizio della discesa, altro movimento franoso che ha portato pietre e fango sulla sede stradale, costringendo di nuovo i vigili del fuoco ad intervenire per la messa in sicurezza e la polizia municipale a chiudere il tratto di comunale. Purtroppo il meteo annuncia altre precipitazioni piovose per i prossimi giorni, da qui, ieri, la decisione di affrontare i punti più critici della rete stradale cittadina, interessata da buche e avallamenti insidiosi. Il personale del Comune ieri mattina ha iniziato a lavorare presto, tappando buche in vari punti della città. A partire da Strada vecchia del Pinocchio, nella parte bassa, davanti alla ditta Pucci, ridotta ad una groviera. Stesso discorso per via della Madonnetta, al Pinocchio, via Albertini alla Baraccola e via Colombo, nella parte di collegamento con via Maggini e in via Mingazzini.

Successivamente mezzi e uomini, sotto il controllo per la viabilità del personale della polizia municipale dorica, si è postato anche a Torrette, in un punto di via Conca, il collegamento principale tra la città e Ancona nord. Neve e ghiaccio hanno messo in difficoltà anche via Bocconi, tra piazzale della Libertà e l’innesto dell’Asse nord-sud. Tempo permettendo, l’amministrazione comunale dovrebbe avviare interventi pure in altre aree della città, compreso il centro, in particolare attorno a piazza Pertini e in largo XXIV Maggio, proprio davanti a Palazzo del Popolo.