Le scritte cancellate
Le scritte cancellate

Fabriano (Ancona), 12 gennaio 2019 - Identificato il presunto autore delle scritte insultanti e oltraggiose nei confronti del Questore di Macerata Antonio Pignataro sulle mura storiche del teatro Gentile di Fabriano, all'esterno di altri edifici del centro e persino sulle protezioni della pista di pattinaggio su ghiaccio ecologico utilizzata in centro per il periodo natalizio. Sono stati gli agenti della polizia locale di Fabriano a denunciare un trentenne di Macerata già conosciuto dalle forze dell'ordine che, secondo la ricostruzione investigativa, proprio durante le festività del Natale è giunto in città per effettuare lontano da occhi indiscreti il blitz vandalico.

A dare una svolta alle indagini sono state le immagini delle telecamere acquisite e consultate dagli inquirenti. Inoltre gli agenti hanno spulciato sui profili social dell'uomo e dei suoi contatti trovando elementi ritenuti importanti per l'inchiesta il cui fascicolo è stato consegnato alla Procura. Tra le scritte, subito cancellate, figuravano insulti e perfino l'immagine di un uomo impiccato a testa in giù. Alcuni degli imbratti oltraggiosi hanno riguardato, oltre al Questore, da tempo impegnato in una forte stretta sulla sicurezza, anche il vice premier Salvini.
a.d.m.