Lo Spezia batte l'Ascoli in rimonta (Foto Frascatore)
Lo Spezia batte l'Ascoli in rimonta (Foto Frascatore)

La Spezia, 15 febbraio 2020 – La maledizione del 'Picco' continua. Contro lo Spezia l'Ascoli si fa rimontare ancora una volta e finisce ko per 3-1. Al momentaneo vantaggio di Morosini rispondono nella ripresa Mastinu, Gyasi e Nzola.

L'analisi L'espulsione di Troiano affonda il Picchio

Stellone va inizialmente in campo con il 4-4-2 provato a porte chiuse nel corso di tutta la settimana. Il tecnico romano alla vigilia prova a spiazzare tutti dichiarando di partire con il consueto 4-3-1-2 poi opta per il cambio di veste. Brosco torna a guidare la linea difensiva, mentre il centrocampo viene stravolto con l'utilizzo della coppia centrale Troiano-Eramo. Sulle corsie laterali vanno Brlek e Morosini. In attacco il tandem Scamacca-Trotta completa l'undici titolare. Lo Spezia conferma il 4-3-3 con gran parte della formazione utilizzata sette giorni fa a Perugia. Davanti Galabinov da forfait all'ultimo e lascia campo libero al ritorno in campo di Gyasi. Bidaoui completa il tridente rientrando dalla squalifica.

Lo Spezia alza il ritmo e sfrutta la velocità della sfera resa possibile dal sintetico del Picco, l'Ascoli la mette sul piano fisico e risponde contrastando con determinazione in tutti i duelli. Questo è il tema dell'incontro della prima parte di gara. I pericoli maggiori arrivano da alcune iniziative personali. Al tentativo da fuori di Scamacca risponde Federico Ricci di sinistro. In entrambe le occasioni i portieri non si fanno sorprendere. Lo strappo del match arriva alla mezz'ora esatta ed è proprio il Picchio a passare avanti grazie ad una splendida azione corale. Scamacca difende bene palla lungo il versante destro, appoggia ad Andreoni che mette dentro per l'accorrente Morosini. L'attaccante bianconero così non lascia scampo a Scuffet con un'incornata di testa. I padroni di casa accusano il colpo e provano a rispondere tornando ad imbastire una manovra fatta da una fitta ragnatela di passaggi. Davanti però è dura trovare varchi con la retroguardia bianconera attenta e compatta nel non concedere varchi.

Troiano rovina tutto in avvio di ripresa beccandosi il secondo giallo, e quindi il rosso. Il centrocampista entra in maniera scomposta su Matteo Ricci che aveva già scaricato la sfera. Inevitabile la seconda ammonizione che condanna l'Ascoli a restare in dieci e subire la grintosa reazione dei padroni di casa. Italiano capisce che il momento di osare e getta nella mischia Mastinu e Nzola per Mora e Bidaoui. Stellone risponde con Petrucci e Cavion per Trotta e Morosini. Lo Spezia adesso alza il ritmo e si inserisce negli spazi con i nuovi entrati. Proprio il neo entrato Mastinu riporta il risultato in parità anticipando Brlek e insaccando alle spalle di Leali. Passano alcuni minuti e i liguria effettuano il sorpasso voluto da Italiano.

Lo scatenato Bartolomei offre sulla testa di Gyasi un'occasione imperdibile e l'attaccante non sbaglia. L'Ascoli è in ginocchio e Stellone per riaccuffare la situazione si gioca l'ultima carta possibile: Ninkovic per Eramo. Lo Spezia è completo padrone del campo e sfiora addirittura il 3-1. Il destro di Matteo Ricci si stampa sulla traversa. Il tris e il ko definitivo dell'Ascoli arriva poco più tardi con Nzola che pescato alla perfezione da Bartolomei chiude la gara. Non accade altro degno di nota fino al triplice fischio finale che di fatto condanna l'Ascoli a l'ennesima rimonta subita al Picco. Per il tecnico Stellone l'avventura bianconera è iniziata nel peggiore dei modi.


Spezia Ascoli, il tabellino

SPEZIA-ASCOLI 3-1 (primo tempo 0-1)
Marcatori: 30' pt Morosini (A), 7' st Mastinu (S), 29' st Gyasi (S), 41' st Nzola (S).
SPEZIA (4-3-3): Scuffet; Ferrer (42' st Vignali), Erlic, Capradossi, Marchizza; Bartolomei, M. Ricci, Mora (7' st Mastinu); F. Ricci, Gyasi, Bidaoui (13' st Nzola).
A disposizione: Krapikas, Desjardins, Ramos, Acampora, Di Gaudio, Gudjohnsen, Terzi, Reinhart, Maggiore.
All. Italiano.
ASCOLI (4-4-2): Leali; Andreoni, Brosco, Gravillon, Sernicola; Brlek, Eramo (33' st Ninkovic), Troiano, Morosini (22' st Cavion); Trotta (13' st Petrucci), Scamacca.
A disposizione: Marchegiani, Novi, Valentini, Ferigra, Pucino, Padoin, Matos, Pinto, Covic.
All. Stellone.
Arbitro: Baroni di Firenze.

Note: 6mila spettatori circa; ammoniti Ferrer, Mora e M. Ricci per lo Spezia, Sernicola per l'Ascoli; al 10' st espulso Troiano dell'Ascoli per somma d'ammonizioni; corner 8-0 per lo Spezia; 2' pt, 5' st.









Spezia Ascoli, la cronaca del match minuto per minuto