La vittima dell'incidente, Dario Carboni
La vittima dell'incidente, Dario Carboni

San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 15 dicembre 2019 - Tragedia sul lungomare di San Benedetto dove nel pomeriggio di oggi, intorno alle 17 15, è stato investito Cesare Carboni, 84 anni, padre dell’assessore ai servizi sociali del comune di San Benedetto, Emanuela Carboni. Era una persona molto nota in città, poiché la moglie Stella era socia di Giuseppe Ricci, nella gestione dello chalet Stella Marina.

L’incidente è accaduto proprio di fronte allo stabilimento balneare di famiglia. Secondo una prima ricostruzione, Dario stava attraversando la strada, sulla corsia est, quando è stato travolto da un motociclista diretto verso San Benedetto. Le condizioni del pensionato sono apparse subito piuttosto serie. I presenti gli hanno prestato le prime cure e, contestualmente, hanno chiamato la centrale operativa del 118 che ha inviato sul luogo del sinistro un’ambulanza con medico e infermiere. Il paziente è stato stabilizzato a bordo del mezzo di soccorso e poi trasportato d’urgenza al Pronto Soccorso. Inizialmente la situazione non era apparsa proprio disperata, ma col passare dei muniti le condizioni del pensionato sono precipitate ed è andato in arresto cardiaco.

A nulla sono servite le manovre rianimatore messe in atto dai medici e dagli infermieri, nel disperato tentativo di salvargli la vita. “Siamo nel cuore di Emanuela – il primo commento a caldo del sindaco Pasqualino Piunti, che in quel momento era impegnato in un incontro a Grottammare – Sarà un brutto Natale per tutti”. Era conosciuto non solo perché aveva fatto per decenni l’autista, ma anche perché durante il periodo estivo, spesso partecipava, in veste di “presidente” alla diretta Facebook, “Il Caffè del marinaio” proprio dallo chalet Stella Marina, condotta dal noto giornalista televisivo, Remo Croci. Davvero un brutto Natale per tutto il gruppo, in particolare per i familiari della vittima, la figlia Emanuela, alla quale si è subito stretta tutta l’amministrazione comunale e per Giuseppe Ricci, presidente nazionale del sindacato dei balneari, ITB, che era molto legato al cognato. Per i rilievi di legge è intervenuta una pattuglia della polizia municipale che dovrà ricostruire la dinamica dell’incidente e stabilire le responsabilità dell’accaduto.