Lungo la provinciale Montevarmine, strada che dalla statale Adriatica conduce verso Massignano-Montefiore dell’Aso, la settimana scorsa sono stati montati due rilevatori elettronici della velocità. Non fanno sanzioni, ma comunicano all’automobilista la veloctà in quel preciso momento in un tratto in cui il limite è fissato a 50 chilometri orari. Un segnale di come l’amministrazione comunale di Cupra Marittima punta alla sicurezza dei suoi cittadini e degli automobilisti che attraversano le strade del territorio. In contrada Boccabianca, lungo i rettilinei, le vetture talvolta sfrecciano, così il Comune ha montato due rilevatori, uno per ogni senso di marcia, nella zona del viadotto dell’autostrada A14. Sono rilevatori che segnalano la velocità sul led luminoso, alimentato da un pannellino ad energia solare. "Si tratta di un intervento per la sicurezza stradale – afferma il sindaco Alessio Piersimoni – Un programma che stiamo portando avanti attenzionando le strade più pericolose, poiché non ci possiamo permettere situazioni che possono mettere a repentaglio la vita".