Bologna, 5 settembre 2018 - Numeri da record. Anzi, grandi numeri perché sono 3.900 (ma qualcuno si potrebbe muovere anche adesso) i runner che si sono iscritti alla UniSalute Run Tune Up, la mezza maratona delle Due Torri che, l’anno prossimo, diventerà maggiorenne raggiungendo i 18 anni di vita.

Corsa di spessore ormai internazionale perché sono 24 i paesi europei ed extraeuropei al via. E corsa sempre più rosa perché un terzo dei partecipanti, ovvero 1.300 unità, sono donne.

I numeri si possono ancora muovere perché domani, giovedì, è il termine ultimo per iscriversi alla Run Tune Up classica, fino a domenica, invece, per quella che da questa stagione viene chiamata la Conad 10 K (sulla distanza, cioè dei 10 chilometri e rotti). 

RUN_25243690_131128

La partenza è fissata per domenica 9 settembre, alle 9,15 da via Rizzoli (la Conad 10K) e mezzora dopo la classica mezza maratona, l’arrivo, come sempre suggestivo, in Piazza Maggiore con un percorso tutto all’interno dei viali e che toccherà, tra le altre strade, Ugo Bassi, San Felice, Lame, Marconi, Irnerio, Strada Maggiore e ancora Castiglione, Urbana, Saragozza, Sant’Isaia, Indipendenza.

Tante realtà coinvolte, per promuovere, come ricorda l’assessore allo sport del Comune, Matteo Lepore, non solo la città e lo sport, ma anche il turismo e la gastronomia. L’aspetto turistico, poi, consentirà ad alcuni dei partecipanti di scoprire alcuni lati di Bologna.

Con la Run Tune Up analisi della pelle gratis nel weekend. Ecco dove

Tante, si diceva, le iniziative collaterali. Il sabato (8 settembre, in Piazza Maggiore, ci saranno sia lo yoga in piazza, sia il convegno – sui sani stili di vita e su una corretta alimentazione – organizzato da UniSalute, come spiega l’amministratore delegato Fiammetta Fabris

Spazio anche alla Guardia di Finanza e all’Ordine degli Avvocati, senza dimenticare i dottori commercialisti e l’Agenzia delle Entrate che, come sempre, daranno vita, al trofeo ConCorriamo per la Legalità.

Spazio per la solidarietà e per enti come Ant e Ageop, spazio alle band musicali – ben 10 – che suoneranno lungo il percorso per dare la carica ai partecipanti. Spazio anche ai donatori di sangue e all’Avis, perché la macchina organizzativa di Stefano Soverini – che si avvale dell’aiuto e dei volontari del Circolo Ghinelli di Gino Mazzetti e del Passo Capponi di Alessio Guidi – ha messo insieme davvero tante realtà, facendo squadra. Resta, per gli appassionati della corsa, anche da capire chi potrebbe vincere. E allora attenzione al gruppo del Gs Gabbi di Nerio Morotti che porterà sulla linea di partenza Vasil Matvyichuk, Fabio Ercoli, Diego Gaspari e Francesco Tornati. Ma attenzione anche a Michael Casolin, Marco Fiorini (Atletica Castenaso), Mohamed Errami (Celtic Druid Castenaso) e Mamadi Kaba (Celtic Druid Castenaso).

Grande attesa per Sarah Giomi che, alle doti podistiche, unisce anche la bellezza. Qualche anno fa, Sarah, che si è scoperta maratoneta, era a pochi passi dalla passerella finale di Miss Italia. E poi Ana Nanu (Gabbi), Beatrice Boccalini (Gabbi).

Ultimo avvertimento: Sarah Giomi colpirà tutti per l’avvenenenza. Ma se doveste vedere uno che corre in retromarcia non pensate a un colpo di sole. Si tratta semplicemente di Alberto Venturelli, vice campione mondiale di retrorunning. Correrà la Conad 10 K, in retro...