Appena cinque centesimi per un litro di acqua naturale, bella fresca, oppure 10 centesimi per la stessa quantità leggermente gassata o frizzante.

Così in via del Pratello, a fianco del bagno pubblico, è arrivato il primo distributore d’acqua del Comune, installato in collaborazione con Romagna Acque. Ovviamente è meglio avere con sé una bottiglia (meglio se di vetro o di alluminio, oggi molto di moda) o una borraccia per poter fare ‘rifornimento’ durante la passeggiata.

"Abbiamo fatto un progetto con il Quartiere e la Social street del Pratello – spiega l’assessore alla Sicurezza e all’Ambiente Alberto Aitini –: sono stati loro a chiederci di mettere la prima casetta dell’acqua pubblica qui. Si vuole controbuire così a diminuire l’utilizzo della plastica, favorendo l’utilizzo delle bottiglie e delle borracce che ci portiamo dietro e possiamo ricaricare ad un prezzo simbolico". E proprio Aitini ieri ha inaugurato la ’casa dell’acqua’ assieme al presidente del Quartiere Porto-Saragozza, Lorenzo Cipriani. "Questa sarà la prima di una lunga serie, perché l’obiettivo del Comune è distribuirne varie in tutta la città, in modo che ovunque ci sia questo servizio molto utile, apprezzato dai residenti, ma anche dai turisti", aggiunge Aitini.