Quotidiano Nazionale logo
24 apr 2022

Assalto al bancomat, danni e paura

Colpo con l’esplosivo allo sportello automatico delle Poste di Funo. Banditi ricercati, telecamere al vaglio

zoe pederzini
Cronaca
I carabinieri mentre fanno i rilievi davanti all’apparecchiatura danneggiata dall’esplosione
I carabinieri mentre fanno i rilievi davanti all’apparecchiatura danneggiata dall’esplosione
I carabinieri mentre fanno i rilievi davanti all’apparecchiatura danneggiata dall’esplosione

di Zoe Pederzini

Assaltano il bancomat della filiale di Poste Italiane di Funo e poi si danno alla fuga. Nottata di paura, quella tra venerdì e sabato, nella bassa bolognese. Erano all’incirca le 2 del mattino e, in centro a Funo, regnava la ’solita’ tranquillità.

Ad un certo punto, però, un potente boato ha rovinato la quiete dei residenti. Dopo l’esplosione solo il suono di un’automobile che sgommava via a folle velocità. A finire nel mirino, come detto, lo sportello delle Poste Italiane di Piazza della Resistenza. Sul posto sono prontamente intervenuti i carabinieri della Compagnia di San Giovanni in Persiceto che sono stati avvisati dapprima da alcuni residenti della zona tramite la centrale operativa del 112 e, simultaneamente, anche dall’allarme della filiale dell’ufficio postale.

Le forze dell’ordine, arrivate sul posto, hanno cercato di ricostruire quanto accaduto anche se gran parte delle indagini sono ovviamente ancora in corso. Al momento pare che i delinquenti, quasi sicuramente un gruppo di ’professionisti’, siano arrivatia bordo di una Seat Bianca.

Mentre alcuni rimanevano in auto o nei pressi per verificare che non arrivasse nessuno a disturbare il colpo, altri due hanno fatto saltare in aria lo sportello. La tecnica usata, molto frequente in questi episodi, è quella della marmotta. Si tratta di un potente esplosivo che viene inserito nello sportello del bancomat per provocare la rottura della cassetta di sicurezza che protegge il denaro.

Rubati i contanti i ladri, poi, sono risaliti in auto e si sono dati alla fuga per le strade della bassa.

I danni ancora non sono stati quantificati. La priorità, nella mattinata di ieri, è stata infatti quella di verificare l’agibilità degli spazi della filiale, l’unica a Funo di Argelato, e di ripristinare il Postamat nel più breve tempo possibile in modo da renderlo disponibile ai cittadini.

I carabinieri ora, grazie anche alle videocamere di sorveglianza, cercheranno di risalire all’identità dei responsabili.

Non si tratta, però, dell’unico attacco alle casse automatiche avvenuto o tentato nell’ultimo periodo. Solo mercoledì scorso, infatti, un gruppo di ladri ha tentato di assaltare il bancomat della filiale di Emil Banca di Minerbio. In questo caso, però, i delinquenti avrebbero utilizzato una fiamma ossidrica per ’annientare le difese’ dello sportello automatico. Al suono dell’allarme della filiale i ladri hanno però desistito e sono risaliti in auto per, poi, scappare. Sul posto, in questo caso, sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Molinella che stanno volgendo tutti gli accertamenti del caso. Sarà compito delle forze dell’ordine capire ora se si tratti degli stessi malviventi e identificarli.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?