Il cane Grey dell’unità cinofila della Municipale, che nella struttura ha scovato 5 grammi di eroina, 25 di cocaina e 1 di hashish
Il cane Grey dell’unità cinofila della Municipale, che nella struttura ha scovato 5 grammi di eroina, 25 di cocaina e 1 di hashish

Bologna, 12 ottobre 2018 - Un bed and breakfast completamente abusivo che ospitava stranieri irregolari: è stata questa la scoperta fatta dagli agenti della Polizia Municipale in via Lame, e che ha portato alla segnalazione alla Procura dei due gestori della struttura – una coppia di italiani, 40 anni lui e 34 lei – per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e omessa comunicazione degli alloggiati in Questura (nonché all’invio degli atti alla Guardia di Finanza per gli eventuali reati tributari).

Il controllo della Municipale è avvenuto l’altro giorno dopo una serie di segnalazioni arrivate da numerosi cittadini che lamentavano viavai notturni, schiamazzi e rumori nel palazzo. Arrivati in via Lame, gli agenti hanno controllato prima un’attività al piano più basso dello stabile (sempre gestita dalla coppia), senza riscontrare irregolarità.

Due piani più su invece, nel bed and breakfast (pubblicizzato anche su alcuni siti di strutture ricettive con un costo tra i 40 e i 50 euro a camera), la situazione si è presentata molto diversa. Nonostante l’atteggiamento poco collaborativo del gestore e il rifiuto degli ospiti di aprire le porte delle camere, gli agenti sono riusciti a entrare nelle quattro stanze e hanno trovato sette persone, tutte straniere, alcune con diversi precedenti alle spalle, poi risultate irregolari sul territorio italiano e quindi denunciate e segnalate alla Procura. Il cane Grey dell’unità cinofila ha poi trovato nelle camere e in un cortile sottostante una delle finestre, un grammo di hashish, 5 grammi di eroina e 20 grammi di cocaina già confezionata in 58 confezioni.