Grazie a due nuovi laboratori messi in piedi a tempo di record, l’Alma Mater testerà le mascherine prodotte dalle aziende dell’Emilia-Romagna e destinate al personale sanitario. I due laboratori saranno attivi già da oggi, per effettuare i test di sicurezza necessari e la realizzazione di materiali nanostrutturati, pensati per la produzione di mascherine ad alte prestazioni. Per poter essere utilizzate, infatti, vanno verificate la capacità di filtrazione batterica e la respirabilità. Ci penserà un gruppo multidisciplinare di ricercatori guidato dal professor Francesco Saverio Violante e dalla professoressa Cristiana Boi, che hanno allestito in soli tre giorni i nuovi laboratori: uno al Dipartimento di Ingegneria e l’altro al Policlinico Sant’Orsola.

Intanto due gruppi di ricercatori di Ingegneria sono al lavoro per ideare nuove mascherine ad elevate prestazioni.